Attualità
Treviglio

Oltre 29 milioni di euro in opere pubbliche: la mappa della Treviglio che cambia faccia

Ecco i cantieri conclusi e quelli in arrivo

Oltre 29 milioni di euro in opere pubbliche: la mappa della Treviglio che cambia faccia
Attualità Valli Bergamasche, 16 Novembre 2022 ore 11:29

Oltre 29 milioni di euro in opere pubbliche a Treviglio. A tanto ammonta il valore dei lavori effettuati nel 2022, oltre a quelli che sono "in itinere" e già finanziati. Una mole di cantieri che stanno cambiando volto alla città, grazie anche a risorse che l’Amministrazione comunale ha saputo ottenere da enti sovracomunali.

Treviglio, le opere pubbliche concluse

Nell’anno in corso, sono stati chiusi cantieri per un totale di circa 3,2 milioni di euro. Fiori all’occhiello la riqualificazione di piazza Cameroni e quella dello Stadio Zanconti. Il primo intervento rappresenta il primo tassello della rivoluzione nel centro storico, che porterà il senso unico lungo la circonvallazione interna. Il progetto da 690 mila euro, finanziato da "Habita" nell’ambito del piano attuativo "Ex Baslini", ha cambiato look all’area dove ogni sabato si svolge parte del mercato settimanale. Per quanto riguarda lo storico impianto sportivo di via Milano, si è proceduto alla realizzazione della nuova illuminazione a led e del campo in sintetico, lavori, per un totale di circa 800 mila euro, sostenuto dalla multinazionale della bicicletta "Bianchi", che sta realizzando la sua nuova "cittadella" in frazione Battaglie, con un investimento di oltre 30 milioni di euro.

La Fiera

In questi mesi sono poi proseguiti i lavori nell’area del Polo Fieristico, su cui l’Amministrazione comunale punta molto per lo sviluppo della città. Recentemente è stato quasi ultimato il nuovo posteggio a sud della Fiera, che è stato attrezzato per la sosta delle carovane dei giostrai durante l’allestimento del luna park, con un investimento di 300 mila euro. Inoltre, altri 650 mila euro sono stati stanziati per arredi e finiture del padiglione. Passando agli interventi "minori", ci sono da registrare la manutenzione straordinaria delle vie cittadine (130 mila euro), il rifacimento della copertura del magazzino comunale al Pip 1 (60 mila euro) e della ex scuola delle frazione Battaglie (41 mila euro), la riqualificazione delle strade rurali (99 mila euro), la sostituzione del porfido di via San Martino (26 mila euro), la realizzazione dell’area fitness in via Bergamo (55 mila euro), la manutenzione straordinaria della biblioteca centrale (99 mila euro), la realizzazione della pista ciclopedonale in via Ganassina (130 mila euro) e del secondo lotto di quella di via Pasturana (140 mila euro) e, infine, la riqualificazione di via Bezzecca (320 mila euro). Sul totale, 2,9 milioni sono risorse provenienti da contributi, 219 mila euro sono stati invece stanziati dal Comune.

... e quelle in corso

Per quanto riguarda le opere "in itinere", ovvero quelle già finanziate ma il cui iter è ancora in corso, gli investimenti totali ammontano a 26 milioni di euro, di cui circa 2,9 provenienti dalla casse del Comune e i restanti da fondi esterni. La parte del leone è rappresentata, di nuovo, dal Polo Fieristico. Entro la fine del 2023 ci sarà la progettazione e il bando di gara per il nuovo padiglione. Un’opera che si aggira sui 7 milioni di euro. Sempre nell’ambito, è tuttora in corso l’acquisizione di un terreno a sud della nuova area attrezzata per le carovane del luna park. L’Amministrazione comunale ha in corso contatti con la proprietà e lo sblocco dovrebbe avvenire tra febbraio e marzo 2023. L’intenzione è poi quella di realizzare un altro posteggio che funga da porta sud della Fiera (investimento di 850 mila euro). A proposito di parcheggi, ci sono anche trattative con Rfi per l’acquisizione in comodato d’uso di un’area in via Murena, a ridosso della linea ferroviaria. Sono 600 mila gli euro che sono stati stanziati per questo progetto.

In arrivo la nuova scuola dell'infanzia Masih

Riguardo gli altri progetti, di rilievo c’è sicuramente la realizzazione della nuova scuola materna «Masih in via De Amicis», un’opera che ha come vincolo quella di essere inaugurata entro l’estate del 2024. C’è poi la riqualificazione del centro civico: la progettazione è in corso e serviranno 3,6 milioni di euro. Sono invece 2,2 i milioni necessari alla riqualificazione della Caserma Austro-Ungarica, in via Visconti, dove avrà sede il centro per l’impiego. Per coprire la spesa c’è un contributo di 1,650 mila euro (inizialmente erano 1,8 milioni). Dovrebbe poi vedere la luce anche il project financing relativo all’illuminazione pubblica. Un progetto da 3,9 milioni di euro che ha subito una proroga a seguito dell’aumento dei costi energetici. Stessa sorte per i lavori di adeguamento sismico alla scuola media «Grossi» e all’annessa palestra. Il cantiere (1,8 milioni di euro) doveva essere allestito la scorsa estate, ma è stato rinviato allo stesso periodo del 2023.

Santa Maria la Rossa: diventerà un Centro civico per la zona Nord

Entro il 30 luglio del prossimo anno, inoltre, dovrà essere pronto il progetto di riqualificazione dell’ex chiesa Santa Maria La Rossa di via dei Cappuccini (in caso contrario andrà in fumo il contributo per finanziare i lavori da 1,1 milioni di euro). Dovrebbe diventare un Centro civico per la zona Nord. Un’altra opera di rilievo, attesa da anni, è la rotatoria all’incrocio tra via Redipuglia e via Calvenzano. I lavori, da 600 mila euro, dovrebbero concludersi entro la fine della prossima estate. L’elenco delle opere in corso comprende poi il secondo lotto dell’adeguamento sismico della caserma dei Vigili del fuoco (500 mila euro), il primo lotto di riqualificazione di via Mazzini (400 mila euro), il collegamento ciclopedonale tra Treviglio, all’altezza della «Bianchi», con Castel Rozzone (315 mila euro), la riqualificazione della piazzola ecologica di via Sant’Eutropio (250 mila euro), il consolidamento delle rogge (180 mila euro), la sistemazione del parco dell’asilo nido "Giragulì" (40 mila euro), e il restauro dell’Obelisco della Peste (40 mila euro) e del balcone del Palazzo municipale (30 mila euro).

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì 18 novembre

Seguici sui nostri canali