Menu
Cerca
Mozzanica

Si è spento don Arnaldo Peternazzi, aveva 86 anni

Missionario in Brasile, è l'ennesima vittima di Covid-19 nella chiesa della Bassa.

Si è spento don Arnaldo Peternazzi, aveva 86 anni
Cronaca Gera d'Adda, 26 Marzo 2020 ore 17:41

Si è spento oggi, giovedì 26 marzo, don Arnaldo Peternazzi. Era stato curato a Mozzanica dal 1963 al 1975 e in paese era ancora ricordato con grande affetto dai fedeli.  Nelle stesse ore in cui è mancato, è morto all’ospedale di Treviglio un altro missionario della Bassa che come lui aveva trascorso anni in Brasile: don Francesco Nisoli, di Brignano.

Addio a don Arnaldo Peternazzi

La scomparsa del sacerdote 86enne è stata comunicata dalla Diocesi di Cremona. “Ancora un lutto nel clero cremonese: giovedì 26 marzo è salito alla Casa del Padre don Arnaldo Peternazzi. Il decesso è avvenuto presso la Fondazione Elisabetta Germani di Cingia de’ Botti, dove risiedeva da un paio d’anni. Originario di Scandolara Ravara, 86 anni, per una dozzina d’anni, tra il 1975 e il 1987, era stato sacerdote “fidei donum” in Brasile. Un legame mantenuto sempre forte, tanto da portarlo a essere ispirazione per la nascita, nel 1994, dell’Associazione Amici del Brasile onlus, che finanzia progetti di solidarietà non solo nel paese latinoamericano, ma anche nella Repubblica Democratica del Congo”.

Il ricordo del vescovo Antonio Napolioni

Anche il vescovo di Cremona Antonio Napolioni ha voluto esprimere un suo pensiero di cordoglio: “Don Arnaldo – ha detto – ha conservato fino in fondo il suo entusiasmo missionario radicato nell’essenzialità del Vangelo ed espresso in uno stile di rapporti franco e fraterno”. Di don Peternazzi il vescovo ha voluto anche ricordare la grande passione per la montagna, “attraverso cui ha introdotto diverse generazioni di giovani alla contemplazione del Creato”. A Mozzanica negli anni del suo servizio pastorale don Arnaldo era stato un punto di riferimento per diverse generazioni. Con la sua passione per la cinepresa, aveva testimoniato momenti di vita quotidiana del paese. Filmati che alcuni anni fa la Pro loco locale ha riproposto ai cittadini durante la tradizionale festa sull’aia nella frazione Colomberone.

L’impegno missionario

Don Arnaldo Peternazzi, nato a Scandolara Ravara il 2 gennaio 1934, era stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1960. È stato vicario a Castelverde (dal 1960 al 1963) e a Mozzanica (dal 1963 al 1975). Nel 1975 la partenza come “fidei donum” per il Brasile dove è rimasto fino al 1987, quando è rientrato in diocesi di Cremona diventando parroco delle comunità di San Martino del Lago e Ca’ de’ Soresini. Lasciato l’incarico per raggiunti limiti d’età nel 2017, don Peternazzi ha continuato a risiedere a San Martino del Lago ancora un anno, poi il trasferimento nella casa di riposo di Cingia de’ Botti.
Anche l’associazione Amici del Brasile onlus l’ha voluto ricordare con un post sulla sua pagina Facebook.

Oggi DON ARNALDO è tornato alla Casa del Padre.
La triste distanza che questi giorni impongono è sicuramente colmata dall’affetto e dalla preghiera delle tante persone che lo hanno conosciuto. Con la certezza che il Bene e l’Amore da lui seminati, qui in Italia e in Brasile, non saranno persi e come amava ripeterci “Avanti! Senza Paura” siate sempre: “SERVI DI TUTTI E SCHIAVI DI NESSUNO”.
Ciao Don, a te il nostro caloroso abbraccio!

La Bassa piange otto sacerdoti

Nel giro di pochi giorni, la Chiesa della Bassa bergamasca piange ormai cinque sacerdoti. Oltre a don Arnaldo e a don Francesco Nisoli, anche don Fausto Resmini a Lurano, don Vito Magri e monsignor Giuseppe Aresi a Brignano, don Sandro Longo a Bariano, don Mariano Carrara e don Evasio Alberti a Urgnano.

La foto in copertina è tratta dal sito della Diocesi di Cremona.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli