Le intenzioni di voto

Elezioni: Tura recupera terreno e tallona Imeri

Il "sondaggione" del Pd agita i sonni della politica trevigliese. Ecco i risultati.

Elezioni: Tura recupera terreno e tallona Imeri
Politica Treviglio città, 25 Giugno 2021 ore 10:44

Elezioni Treviglio, Matilde Tura si avvicina sempre di più a Juri Imeri. A dirlo è un sondaggio di «IndexResearch», commissionato dal Partito Democratico e realizzato tra il 12 e il 17 giugno. L’agenzia ha effettuato 800 interviste (su un totale di quasi 3.200 cittadini contattati), proponendo un questionario sulle prossime elezioni amministrative che si terranno il 10 e 11 ottobre. Uno studio che ha generato ovviamente reazioni opposte: entusiasmo nel centrosinistra, mentre il centrodestra obietta: il sondaggio è tecnicamente valido, ma i quesiti riguarderebbero un panorama politico di fatto  molto impreciso, con una lista in meno per la maggioranza uscente e una in più per gli sfidanti di Tura. "Qualcosa non torna" attacca Imeri.

Il sondaggione del Pd: scorri le schede

Scorri le quattro schede per analizzare i quattro quesiti e il quadro descritto dal sondaggio. 

Si tratta della seconda indagine, dopo quella risalente allo scorso febbraio. E i numeri indicano che la candidata del centrosinistra ha rosicchiato preziosi punti percentuali. Se quattro mesi fa il distacco era del 4,3% (46,8% Imeri, 42,5% Tura), ora è di soli 3 punti, con il sindaco uscente al 47,5% e la sua sfidante al 44,5%.

Ballottaggio: Imeri avanti ma perde terreno

Anche nell’ipotesi di ballottaggio sono arrivate notizie incoraggianti per Matilde Tura: a febbraio Imeri era dato vincente con il 51,5% contro il 48,5%, mentre nell’ultimo sondaggio il primo cittadino vincerebbe sì, ma con uno scarto inferiore: 51% a 49%.
L’indagine di IndexResearch ha riguardato anche Daniele Corbetta, candidato di Treviglio Civica, che viene accreditato di un 6%, e Stefano Sonzogni (che ufficialmente al momento non è candidato, ma viene considerato nel sondaggio come rappresentante di Italia Viva e Psi) con il 2% (a febbraio era  all’1,2%). Non è invece tracciato, perché l'ufficializzazione della candidatura è soltanto di lunedì, l'apprezzamento per il candidato "ufficiale" di Socialisti per Treviglio e Rinascerò Augusto Corsi.

Ancora moltissimi gli indecisi

Va poi sottolineato che il 39,1% degli intervistati si è dichiarato indeciso o ha preferito non dichiarare la sua preferenza sul candidato sindaco (a febbraio era il 47%). Una percentuale che sale al 45% per quanto riguarda il ballottaggio (contro il 48,6 di quattro mesi fa).

Le liste in campo

Analizzando il voto per lista, nel centrodestra si nota il calo della Lega, che passa dal 19,6 al 17,5%, e la crescita di Fratelli d’Italia, dall’8,4 al 12%. Sale anche Forza Italia, dal 6 all’8,5%, mentre peggiorano le civiche.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola oppure QUI sullo sfogliabile online