Sport
Sport - Atletica

I "magnifici due" dell’Estrada: Musumary e Alessandra Iezzi

Misure e crono a livello Europeo e Mondiale per i due giovani atleti bassaioli. Nel fine settimana gli Italiani Assoluti a Rovereto.

I "magnifici due" dell’Estrada: Musumary e Alessandra Iezzi
Sport Treviglio città, 25 Giugno 2021 ore 12:00

La settimana che precede i Campionati Italiani Assoluti di Rovereto ha portato altri ottimi risultati per l’Atletica Estrada e gli estradaioli di altre società, lo stesso dicasi per l’Atletica Pianura Bergamasca di Martinengo.

Il gigante buono agli Europei Under 20

Nell’analisi partiamo dall’Estrada di Treviglio e Caravaggio che ha avuto in Emmanuel Segond Musumary il grandissimo protagonista. Il diciottenne «gigante buono» di Crema allenato da Andrea Cacopardo ha piazzato due botti dei suoi migliorando due volte il primato personale nel getto del peso da 6 kg. Prima a Rovellasca (Co) ha vinto la gara migliorando il personale di ben 20 centimetri con 17,84 metri, misura che gli ha consegnato il lasciapassare per gli Europei Under 20 a Tallinn capitale dell’Estonia a metà luglio. Il giorno dopo Musumary ha gareggiato a Piacenza e si è ancora superato arrivando ai 17,98 mt, decima prestazione di sempre in Italia della categoria.

"Sono misure che da tanto tempo cercavo e sapevo di poter raggiungere - ci spiega Emmanuel -, sono arrivato a queste gara con la testa liberissima e mi sono detto: vada come vada. Sono felicissimo di quello che ho fatto, era uno degli obiettivi principali della stagione all’aperto. Fatto il nuovo personale poi a Piacenza mi sentivo in grado di fare qualsiasi cosa, cambia tutto mentalmente e vai in pedana senza pensieri cercando di fare il tuo meglio senza avvertire tensione, e qui viene fuori il meglio di te stesso".

Adesso gli Europei, cosa ti proponi come obiettivo?

"Sarò all’esordio assoluto con la maglia azzurra, lo scorso anno per il Covid è saltata la gara. Non so bene cosa posso fare, il mio allenatore Cacopardo mi ha dato alcune misure degli avversari, ma quello che conta è che ci arrivo libero da ogni pensiero avendo centrato già gli obiettivi. Adesso mi allenerò un po’ a Treviglio con Cacopardo e qualche volta anche a Crema e Lodi con Paolo Vailati (che fa parte del progetto regionale giovani tecnici della Federazione, ndr). Prima degli Europei andrò nel fine settimana agli Assoluti a Rovereto dove farò esperienza e proverò ad entrare negli 8 per la finalissima: sarà durissima visto che avrò avversari più esperti".

La magnifica stagione di Ale "Jet" Iezzi

Per Alessandra Iezzi (nella foto in evidenza) la trevigliese capitana delle juniores della Bracco Atletica non abbiamo più parole. Stagione magica davvero la sua, dopo il titolo italiano indoor e quello sfiorato all’aperto sui 200 mt, Ale-jet si è "inventata" quattrocentista (da quasi un anno non correva la distanza) e al Meeting Internazionale di Nembro ha tirato fuori un tempo incredibile che gli vale il pass per gli Europei Under 20 di Tallinn e anche dei Mondiali di Nairobi. A Nembro ha corso la distanza in 54”67 di oltre 3 secondi migliore del precedente personale, crono che ai recenti Italiani di Grosseto avrebbe consegnato alla fantastica trevigliese il titolo italiano.

A Rovellasca bene anche il pagazzanese dell’Estrada Lorenzo Villa che nei 100 piani ha fermato il cronometro sull’11”38 non lontano dal personale di 11”31. Nel salto triplo femminile 9° posto per Michela Amboni della Bracco Atletica con 11,06 metri. La trevigliese classe 2005 è risultata la terza della sua categoria Allieve.

I risultati dell'Atletica Pianura Bergamasca

Bella medaglia di bronzo per il colognese Mame Moussa Ndiaye nei 100 piani al Meeting Internazionale di Nembro in 10”74. Sempre sulla stessa pista della Val Seriana nei 100 ostacoli la medaglia di bronzo agli Italiani l’urgnanese Rebecca Provenzi ha corso in 14”65. A Salò nel Meeting del Garda bella vittoria di Makissia Bamba, allieva del 2004, nei 100 piani col crono di 12”60. La stessa atleta a Pavia nei 200 mt ha ottenuto un buonissimo 25”12, sua terza prestazione di sempre vicina al personale di 25”09. Nella stessa competizione altra bellissima prestazione della staffetta 4x100 APB che vince la gara in 41”99 con il quartetto composto da Nicolò Zanini, Francesco Camilli, Thomas Romano e Mame Moussa Ndiaye. Per concludere gran prova e podio per Francesco Camilli che a Piacenza nei 400 piani chiude al terzo posto in 51”25 nettamente migliore del precedente di 52” targato Voghera nel 2020.

Campionati italiani assoluti

Rovereto dal 25 al 27 giugno ospita gli Italiani Assoluti dove saranno presenti anche atleti e team della Bassa Bergamasca. L’Atletica Pianura Bergamasca di Martinengo sarà al via con 8 atleti. Makissia Bamba, Gaia Stella Bolognini, Chiara Naccarato e Rebecca Provenzi nella staffetta 4x400 Donne. Mame Moussa Ndiaye, Francesco Camilli, Thomas Romano e Nicolò Zanini nella staffetta 4x100. Ndiaye sarà in gara anche nei 200 mt, Rebecca Provenzi nei 100 ostacoli.
L’Estrada avrà ai nastri di partenza Emmanuel Ihemeje con grandi ambizioni nel salto triplo e nel peso un altro «pezzo forte» Emmanuel Segond Musumary. Nel triplo il trevigliese Mohamed Reda Chahboun dell’Atletica Libertas Unicusano Livorno dopo l’argento agli Assoluti indoor cercherà nuove medaglie. Con a casacca della Bracco Atletica a Rovereto saranno al via quattro atlete estradaiole. La trevigliese Alessandra Iezzi nei 200 mt e nella staffetta 4x100 nella quale ci sarà anche la morenghese Marta Nicole Maffioletti. Nella marcia su strada 10 km fari puntati su Francesca Liviani da Caravaggio, infine Beatrice Rinaldi la «gazzella» di Zanica affronterà i 400 ostacoli.