Menu
Cerca
Sport - Basket

BCC Blu Basket Treviglio, la squadra è fatta

La società cittadina ha chiuso le operazioni di mercato. Il diesse Gritti: "Tutti i giocatori arrivati e l'allenatore erano fortemente motivati a venire a Treviglio".

BCC Blu Basket Treviglio, la squadra è fatta
Sport Treviglio città, 25 Luglio 2020 ore 16:18

La squadra in casa BCC Blu Basket Treviglio è fatta. La società del presidente Gianfranco Testa, come da tradizione, ha allestito un roster giovane, con 7 under e 5 senior, che sarà guidato dal nuovo coach Devis Cagnardi nel campionato di serie A2 2020/2021.

Ecco la BCC Blu Basket Treviglio

La squadra è fatta, il mercato in casa Blu Basket Treviglio è concluso. Sulle canotte della formazione biancoblu, per un’altra stagione, ci sarà la BCC Cassa Rurale di Treviglio come main sponsor, un supporto importante per la società. Il colpo di mercato è arrivato con il ritorno del playmaker americano JJ Frazier, 25 anni, che farà coppia straniera con l’ala-pivot Mitja Nikolic, un altro gradito ritorno a Treviglio. Il gruppo di giocatori senior è completato dai confermati Davide Reati, il capitano, nello spot di guardia-ala, e Jacopo Borra, pivot, e con l’innesto dell’esterno tiratore Simone Pepe, la scorsa stagione ad Agrigento insieme a coach Cagnardi.

La linea “green” è folta

Treviglio, fedele alla sua filosofia di far crescere i giovani, dando loro spazio sul parquet, inizierà la stagione con ben sette under. Ci sono i confermati Ursulo D’Almeida (2001), ala-pivot atteso ad una definitiva esplosione, e il play-guardia Vincenzo Taddeo (2000). Per il cambio di capitan Reati nello spot di guardia-ala, la Blu Basket ha puntato su Alvise Sarto (2000) di scuola Treviso; l’altra ala sarà Soma Abati Tourè (2002), cresciuto nel vivaio Bluorobica, così come il lungo Luca Manenti (2002), confermato con la prima squadra. Nel settore piccoli, poi, la Blu Basket ha puntato sul ligure Matteo Bogliardi (2002), anche lui play-guardia, chiudendo il roster con un altro elemento che arriva da Bluorobica, la guardia-ala Davide Corini (2001).

“Chi è arrivato ha fortemente voluto Treviglio”

“E’ importante sottolineare come tutti i giocatori, da JJ Frazier a Nikolic, da Pepe a Sarto, sino a Bogliardi e Tourè – spiega il direttore sportivo biancoblu Massimo Gritti – e così anche per coach Devis Cagnardi, erano fortemente motivati a venire a Treviglio. La cosa non è così scontata e ci fa grande piacere”. In tema di giovani Mattia Palumbo, il play-guardia classe 2000 che ha lasciato Treviglio dopo 3 stagioni per la Fortitudo Bologna (serie A) ha voluto ringraziare tutti con un messaggio: i compagni del liceo di Caravaggio, i compagni di squadra, lo staff e in particolare coach Adriano Vertemati, la società e la città “con il suo incredibile pubblico”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli