La ripartenza

Piano Marshall per Bergamo (e provincia): dalla Regione 310milioni euro di finanziamenti

Dalla Bergamo-Treviglio alla tangenziale di Verdello, dal restyling di Covo alla Fiera di Treviglio: ecco dove arriveranno i fondi Covid del Pirellone.

Piano Marshall per Bergamo (e provincia): dalla Regione 310milioni euro di finanziamenti
Treviglio città, 07 Agosto 2020 ore 15:43

Piano Marshall per Bergamo, da Regione 310 milioni di euro di finanziamenti.

Piano Marshall per Bergamo e provincia

È stato presentato oggi, con una conferenza stampa nella sede della Provincia di Bergamo, il Piano Marshall per la Bergamasca. Presenti l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, e il presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli.

Lo stanziamento complessivo per la Bergamasca ammonta a 310.447.608 euro, di cui 251.746.120 euro sono stati deliberati mercoledì 5 agosto 2020.

“Il Piano voluto dal presidente Fontana rappresenta un investimento senza precedenti per la Bergamasca – ha spiegato l’assessore Terzi -. L’obiettivo è rilanciare l’economia attraverso l’iniezione di liquidità. Un rilancio che deve avvenire a partire da adesso: da qui la necessità di stringere i tempi rispetto a questo programma ambizioso. Abbiamo raccolto le esigenze degli enti locali e dispiegato risorse determinanti. È il forte contributo di Regione Lombardia alla ripartenza: un volano per la ripresa economica e un piano che migliorerà in modo sensibile la mobilità dei nostri territori. Andiamo a sbloccare molte infrastrutture cruciali che i bergamaschi attendono da tempo”.

I progetti finanziati

  • METROTRANVIA T2 – “Per la linea T2 Bergamo-Villa d’Almè – ha proseguito Terzi – abbiamo deliberato uno stanziamento di 40 milioni di euro. Il potenziamento del sistema metrotranviario bergamasco è assolutamente strategico, la T2 potrà assicurare collegamenti rapidi e sostenibili tra Bergamo e la Valle Brembana, replicando il successo della T1”.
  • BERGAMO-TREVIGLIO – “Per il Collegamento stradale veloce Bergamo-Treviglio – ha detto ancora Terzi – allochiamo 130 milioni di euro, in modo da mettere in sicurezza un contributo pubblico per l’opera. Sarà il territorio a stabilire se e come utilizzare queste risorse: auspichiamo uno stanziamento altrettanto significativo da parte del Governo. Laddove queste somme non dovessero servire per la Bergamo-Treviglio, garantisco che resteranno in ogni caso sul territorio bergamasco”.
  • OPERE STRADALI – “Stanziamo – ha spiegato ancora Terzi – 10 milioni di euro per la Variante della Valcalepio, ulteriori 3 milioni per la Variante di Verdello, 7,5 milioni per la Variante di Cerete, 5 milioni per la Variante di Boltiere, 1,8 milioni per la Variante Sud di Calusco, 1,5 milioni per il completamento della riqualificazione della SP100 a Palosco, altri 5 milioni per il Rondò A4 di Bergamo e 4 milioni per la realizzazione dello svincolo della SP470 a Dalmine. Opere che davvero vanno a ridisegnare ed efficientare la viabilità bergamasca dei prossimi anni”.
  • MOBILITA’ CICLISTICA – “Nel Piano – ha detto Terzi – sono compresi interventi rilevanti anche per la mobilità ciclistica. Penso ai 5.850.000 euro messi in campo per realizzare la Ciclabile dell’Isola, o ai 1.210.000 euro per realizzare l’anello ciclabile tra Roncola e Costa Valle Imagna. Rilevante anche il 1.400.000 stanziato per la ciclabile che costeggia la SP149 a Spirano e Comun Nuovo”.
  • UNIVERSITA’ DI BERGAMO E FIERA DI TREVIGLIO – Nel Piano sono inclusi anche i seguenti rilevanti interventi: 2.250.000 per la nuova sede della Polizia locale di Dalmine, 1.700.000 per la riqualificazione del centro di Covo, 11 milioni per l’ampliamento della Fiera di Treviglio e altri 5 milioni per la riconversione delle Ex Caserme Montelungo-Colleoni destinate a diventare il nuovo studentato dell’Università di Bergamo.

La Bassa, inoltre, ha ottenuto altri finanziamenti di minore entità come i 200mila euro per la viabilità (ciclopedonale, parcheggi, semaforo) a Fontanella, 400mila euro per la riqualificazione e la messa in sicurezza del patrimonio storico di Martinengo e altri 100mila euro per la ristrutturazione della Caserma di Martinengo.

Gafforelli: “Ora tocca a noi”

“Non possiamo che esprimere soddisfazione perché si tratta di fondi importanti che ci consentono di intervenire su molti progetti – afferma il presidente Gianfranco Gafforelli -. Ora la palla passa a noi: dobbiamo essere bravi a concretizzare i progetti e avviare in tempi brevi i cantieri, e avremo la possibilità di dare una svolta importante al territorio”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia