Cosa ne sarà della residenza di via Portaluppi?

Alla scoperta di Villa Pezzoli, la perla liberty di Treviglio FOTO

La Giunta trevigliese è stata chiara: il Comune non acquisterà l'immobile, altre le priorità per la città.

Alla scoperta di Villa Pezzoli, la perla liberty di Treviglio FOTO
Treviglio città, 05 Ottobre 2020 ore 09:43

Sabato 3 ottobre mattinata di pioggia e vento, ma questo non ha impedito ai visitatori di entrare nelle meraviglie della villa Pezzoli di Treviglio. Dopo una prima giornata con pieno successo di visite in settembre, il FAI Bassa Bergamasca, capogruppo l’architetto Pierangela Giussani, ha voluto ripetere la proposta che ha visto una sorprendente risposta positiva: 250 gli ospiti organizzati in piccoli gruppi durante la giornata.

Villa Pezzoli apre (ancora) ai visitatori

La bella residenza storica ha aperto nuovamente i suoi giardini con i cedri del Libano e i faggi protettori della casa, con fontane e angoli ameni e ha aperto le sue stanze dai pavimenti con le composizioni di “cementine” o con liste di legno, dai soffitti a cassettone o affrescati, con finestre e porte aperte da maniglie a cilindro finemente incise e scuri realizzati con pannelli di vetro tiffany a temi floreali…

3 foto Sfoglia la gallery

Un trionfo di liberty anche nei begli esterni con cornici alle finestre con fregi di maschere o leoni che paiono spuntare sopra di esse a salvaguardia e forza per la casa. Grazie ai volontari, narratori e addetti al presidio, la storia della villa è stata riportata alla luce per i visitatori:
tra i volontari, anche un gruppo di bravi e appassionati giovani: Viola, Mattia, Martina, Margherita, Andrea, Alice insieme a Valentina Nava e Mara Margutti che hanno operato alla preparazione della documentazione storica e delle locandine.

Da sottolineare che gli ultimi eventi del FAI territoriale hanno coinvolto soprattutto i giovani in tirocini formativi e sono ben 8 i ragazzi e le ragazze reclutati, così villa Pezzoli è stato il loro primo banco prova. Molto positiva pertanto l’iniziativa che ha avuto come obiettivo
anche quello di passare il testimone alle giovani generazioni, affidando arte e storia al futuro.

Nessun acquisto da parte del Comune

Chiarito definitivamente il caso sugli autori della proposta fatta dalle minoranze al Comune di Treviglio per l’acquisto della villa – che aveva coinvolto anche l’avvocato Gianluca Pignatelli, ma che in realtà non aveva dato la sua adesione in quanto esecutore testamentario per la villa -, la risposta del sindaco Juri Imeri sulla proposta è stata chiara: non si prevedono investimenti per tale acquisto poiché altri sono i bisogni prioritari della città.

Quale sarà il futuro della perla liberty di Treviglio?

Quale il destino della residenza? Andrà all’asta come già avvenuto per i vari elementi d’arredo che un tempo abbellivano la villa? Chi si affaccerà dalla balaustra della bella scala interna in pietra con la ringhiera in ferro battuto e guarderà, proprio dal centro della finestra, la fontana nel giardino che appare come un tromp-l’oeil?

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia