Bergamo

Uccise un 34enne davanti alla compagna e alle figlie, 22enne condannato a 21 anni di carcere

I fatti risalgono all'8 agosto 2021: un diverbio e poi è spuntato il coltello con cui il 22enne ha inferto sei fendenti fatali al tunisino

Uccise un 34enne davanti alla compagna e alle figlie, 22enne condannato a 21 anni di carcere
Pubblicato:

Dovrà scontare 21 anni di carcere per aver ucciso a coltellate un 34enne tunisino davanti agli occhi della compagna e delle figliolette. Ieri sera, 23 maggio 2024, i carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Bergamo lo hanno raggiunto a casa sua, a Ponteranica, dove stava scontando i domiciliari e l'hanno accompagnato in via Gleno.

L'omicidio a Bergamo

L'ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo, ha colpito Alessandro Patelli, 22 anni bergamasco, condannato per l'omicidio di Marwen Tayari, tunisino di 34 anni, avvenuto l'8 agosto 2021 a Bergamo, in via Novelli. Quel giorno, intorno alle 13, la vittima - classe 1987 già gravato da precedenti per spaccio, lesioni e maltrattamenti, si trovava in strada con la compagna, una donna italiana di 36 anni, e le loro due figlie di 2 e 12 anni. Stavano mangiando un panino, seduti sul marciapiede quando è avvenuto il primo diverbio tra lui e il 22enne che, rientrando a casa, era stato invitato dal tunisino a fare a fare attenzione a come si muoveva data la presenza di bambini.

In carcere un 22enne

Poco dopo, all’uscita del giovane bergamasco dal portone, i due si erano ripresi di nuovo verbalmente, ma, in questo secondo frangente, la lite è degenerata in una colluttazione, con entrambi finiti in terra e, durante questa fase, il 22enne ha colpito mortalmente il 34enne utilizzando un coltello a farfalla che aveva in pugno, colpendolo con sei fendenti.

Richiamati dalle urla dei presenti i carabinieri in servizio in stazione erano subito intervenuti bloccando il 19enne e sequestrando l'arma del delitto. Ieri, quindi, i militari della Sezione Operativa della Compagnia di Bergamo si sono presentati a Ponteranica, dove il ragazzo si trovava agli arresti domiciliari, e hanno eseguito l’ordine di carcerazione nei confronti del 22enne, accompagnandolo Casa Circondariale di Bergamo, dove dovrà scontare la pena di 21 anni di reclusione.

Vuoi restare sempre aggiornato?

📱"𝗣𝗿𝗶𝗺𝗮 𝗧𝗿𝗲𝘃𝗶𝗴𝗹𝗶𝗼" è ora anche un canale 𝗪𝗵𝗮𝘁𝘀𝗔𝗽𝗽

In un solo posto, troverai tutte le notizie più importanti della giornata dal tuo territorio, 𝗱𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘀𝘂𝗹𝘁𝗮𝗿𝗲 𝗾𝘂𝗮𝗻𝗱𝗼 𝘃𝘂𝗼𝗶 𝘀𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗻𝗼𝘁𝗶𝗳𝗶𝗰𝗵𝗲, dalla sezione "Aggiornamenti" di WhatsApp.
🔗𝗖𝗹𝗶𝗰𝗰𝗮 𝘀𝘂𝗹 𝗹𝗶𝗻𝗸 𝗽𝗲𝗿 𝗶𝘀𝗰𝗿𝗶𝘃𝗲𝗿𝘁𝗶 𝗮𝗹 𝗰𝗮𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗣𝗿𝗶𝗺𝗮𝗧𝗿𝗲𝘃𝗶𝗴𝗹𝗶𝗼!
https://whatsapp.com/channel/0029VaEHNSEK5cD5VhYIts2h

Seguici sui nostri canali