Cronaca
Morengo

Schiuma nel canale: non è nociva per l'ambiente ma è "caccia" ai responsabili

Le analisi di Arpa non hanno evidenziato pericoli per l'ambiente. Ora si tratta di individuare l'origine degli sversamenti.

Schiuma nel canale: non è nociva per l'ambiente ma è "caccia" ai responsabili
Cronaca Media pianura, 11 Febbraio 2022 ore 11:00

La schiuma che ciclicamente riempie il canale della Gronda Sud non sarebbe nociva per l'ambiente. Lo confermerebbero i dati elaborati dall'Arpa al termine delle analisi sui campioni prelevati in occasione degli ultimi episodi avvenuti sempre a Morengo. Resta aperta, però, la "caccia" ai responsabili che finora non sono stati individuati.

Schiuma nel canale: "Non è nociva"

Le ultime segnalazioni risalgono all'inizio di gennaio quando, in concomitanza delle giornate festive, le acque del canale della Gronda Sud, che attraversa il territorio morenghese all'interno del Parco del Serio e sfocia poi nel fiume. Uno spettacolo che oltre a essere poco suggestivo ha preoccupato cittadini e Amministrazione comunale. Per questo era stata allertata anche l'Arpa che ha poi eseguito i controlli sulla qualità dell'acqua.

"I risultati indicano parametri nella norma - ha spiegato il presidente del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca Franco Gatti - le sostanze presenti non sono nocive per l'ambiente e non superano i limiti di legge. Certo resta il fatto che non si tratta di un bello spettacolo da vedere..."

Ora è "caccia" ai responsabili

Appurata la non pericolosità per l'ecosistema, però, resta da risolvere il nodo della provenienza degli sversamenti.

"Ora sarà necessario fare un percorso a ritroso, insieme ai Comuni, per risalire ai responsabili - ha proseguito Gatti - Come Consorzio abbiamo competenza sulla parte quantitativa, cioè sulla quantità di acqua che scorre nel canale, non su quella qualitativa che deve essere monitorata da altri enti come Arpa e Provincia. Certamente bisognerà andare fino in fondo per capire da dove provengono questi sversamenti e lo faremo in stretta collaborazione con le Amministrazioni e gli enti preposti".

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter