Cronaca
Agnadello

Sassaiola contro la scuola e contro gli operatori: è caccia ai vandali

Il Comune: "Adesso servono le fototrappole, inadeguata la videosorveglianza esistente".

Sassaiola contro la scuola e contro gli operatori: è caccia ai vandali
Cronaca Cremasco, 15 Gennaio 2021 ore 13:26

Sassi contro le finestre delle scuole medie e contro il mezzo comunale utilizzato dagli operatori ecologici parcheggiato in Comune. Sono pesanti i danni causati da un gruppo di vandali che nelle scorse ore ha bersagliato delle strutture pubbliche di Agnadello. Il sindaco Stefano Samarati ha già sporto denuncia.

In questo difficile momento di crisi economico - sanitaria qualcuno si diverte a danneggiare il paese con atti vandalici di grossa rilevanza – spiega l’Amministrazione in una nota - Pietre lanciate contro le vetrate della scuola secondaria di primo grado  'Palmiro Premoli' e contro il lunotto posteriore del mezzo utilizzato dagli operatori ecologici, posteggiato all’interno del cortile comunale. In entrambi i casi il vile gesto ha causato la rottura dei vetri”.

Indagano i carabinieri di Rivolta

9 foto Sfoglia la gallery

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri di Rivolta. Ci siamo attivati immediatamente per riparare il danno, soprattutto nelle scuole, perché i nostri figli hanno tutto il diritto di svolgere le lezioni in un ambiente caldo e confortevole – prosegue il Comune - Un atto meschino, un danno economico non indifferente alla “cosa pubblica”.

Non è la prima volta: “Ora fototrappole, la videosorveglianza è inadeguata”

Episodi dello stesso genere ad Agnadello erano già successi nei giorni scorsi nei parchetti di via Sandro Pertini e via Grazia Deledda. Quest'estate, al centro sportivo.  “Questa amministrazione è sempre più convinta che acquistando foto trappole e implementando la videosorveglianza in paese si vada nella giusta direzione, siamo certi che osteggiare questi atti sia una cosa dovuta ai nostri cittadini, che meritano di vivere in un paese tranquillo, sicuro e ben tenuto. Questo ultimo fatto mette in luce l’inadeguatezza della videosorveglianza già presente nel nostro comune, rendendone necessaria l’implementazione. Interverremo immediatamente nell’installazione delle foto trappole acquistate negli ultimi mesi dell’anno scorso e provvederemo ad ampliare o a sostituire la video sorveglianza nel resto del territorio”.

Romano, in comunità due membri della baby gang

Vandalismo - e anche atti decisamente più gravi - sono purtroppo all'ordine del giorno in diversi Comuni. A Romano da ormai più di un anno imperversa una baby gang composta perlopiù da minorenni, che si è macchiata anche di diversi crimini violenti e di rapine. Nei giorni scorsi, due membri della banda sono stati fermati  e portati in comunità, una misura cautelare vivacemente richiesta anche dal mondo politico.

TORNA ALLA HOME