Cronaca
Ghisalba

Incidente sul lavoro: operaio 56enne schiacciato da una pressa a Ghisalba

L'operaio, 56 anni, è stato portato in codice giallo al Papa Giovanni di Bergamo.

Incidente sul lavoro: operaio 56enne schiacciato da una pressa a  Ghisalba
Cronaca Media pianura, 27 Luglio 2022 ore 21:24

L'ennesimo grave incidente sul lavoro si è consumato questa sera, mercoledì 27 luglio, a Ghisalba. È successo in un'azienda di fabbricazione di materie plastiche lungo la Statale Soncinese, a nord del paese, in direzione Cavernago. Un operaio è rimasto schiacciato sul busto da una pressa, e vi è rimasto incastrato. Per liberarlo sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco volontari di Romano, supportati dai colleghi della Centrale di Bergamo.

Ghisalba, incidente sul lavoro

L'allarme è scattato attorno alle 18:47. Sul posto, allertato dai colleghi, il 118 e anche un elicottero dell'Agenzia regionale emergenza urgenza - Areu. Sul posto anche i Carabinieri di Calcio e l’ambulanza della Croce Rossa, insieme ai tecnici dell'Ats per i rilievi di rito. L'operaio, 56 anni di Spirano, era in gravi condizioni ed è stato portato in codice giallo al Papa Giovanni di Bergamo.

Operaio resta schiacciato

L'infortunio è occorso durante le operazioni di montaggio di un semi-stampo, del peso di circa 2t, su una pressa orizzontale per lo stampaggio di materiale plastico. Lo spostamento e il posizionamento del semi-stampo sono stati effettuati da due operatori mediante l’uso di un carroponte, al quale il pezzo è agganciato tramite due catene. Dopo aver inserito all’interno della pressa il semi-stampo ed averlo fissato con apposite staffe di tenuta, al momento dello sgancio della prima catena si è probabilmente verificato il cedimento di una o più staffe di serraggio. Di conseguenza il semi-stampo, essendo ancora agganciato alla seconda catena, ha ruotato in direzione del lavoratore che così è rimasto schiacciato tra il semi-stampo e la colonna superiore della pressa.

Il 56enne è stato immediatamente soccorso dal collega con cui stava effettuando il montaggio dello stampo e da altri colleghi che sono accorsi e lo hanno prontamente liberato. Sono intervenuti i tecnici della Prevenzione dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo di turno per il servizio di Guardia Igienica Permanente. E' stata avviata un'indagine di polizia giudiziaria da parte dell'Ufficio PSAL Bergamo Ovest per accertare le cause dell'infortunio ed eventuali responsabilità.

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter