I dati

In provincia di Bergamo l’indice Rt a 1: i dati migliorano (ma il Trevigliese è ancora in area critica)

Solo il distretto Bergamo Ovest, quello di Treviglio, resta ancora in un' "area di criticità", spiega Ats.

In provincia di Bergamo l’indice Rt a 1: i dati migliorano (ma il Trevigliese è ancora in area critica)
Treviglio città, 20 Novembre 2020 ore 16:52

Covid-19: in provincia di Bergamo l’indice Rt a 1: i dati migliorano. Lo annuncia oggi pomeriggio Ats, al termine della consueta call con i sindaci della Bergamasca.  Ma il distretto Bergamo Ovest, quello di cui fa parte Treviglio,  resta ancora  “in area di criticità”.

In Bergamasca Rt attorno a 1, ma non nel Trevigliese

La prima buona notizia è che l’indice di trasmissione del Covid-19, un dato fondamentale per valutare l’andamento dell’epidemia, è attorno a 1, valore sotto il quale si può sperare che il numero di casi positivi cominci finalmente a scendere.  Calano anche gli accessi al Pronto Soccorso rispetto allo scorso anno, ovviamente anche a causa del lockdown. A precisare il dato è stato il dottore Alberto Zucchi, facendo riferimento ad alcuni articoli di stampa che parlavano invece di cifre maggiori

In media 234 nuovi positivi al giorno

I bergamaschi attualmente positivi sono 3.700 , mentre i contatti in isolamento fiduciario sono circa 3.000.  “I casi di positività sono in aumento ma lieve, quindi la curva tende a stabilizzarsi, la media giornaliera è di 234 positivi ed è in diminuzione, il rapporto positivi/tamponi è al 10%”.

Solo il distretto Bergamo Ovest, quello di Treviglio, resta ancora in “area di criticità”, essendo l’area della provincia più colpita dalla seconda ondata.

QUI i dati Comune per Comune aggiornati a mercoledì 18 novembre

Calano gli accessi al Pronto soccorso

Un altro dato confortante è quello degli accessi al Pronto Soccorso.

“Abbiamo confrontato gli accessi del 2019 rispetto a quelli del 2020 per quattro settimane dal 21 ottobre al 16 novembre. Si evidenzia un calo medio del 46%, con una diminuzione che riguarda in particolare i codici verdi. Dal punto di vista epidemiologico si tratta di una maggiore appropriatezza negli accessi; in sintesi le persone valutano con maggior attenzione se è il caso o meno, per il proprio stato, di recarsi al pronto soccorso”.

Medici di base, altri 27 pensionamenti da sostituire

La call di oggi è stata anche l’occasione, per il dottor Carlo Alberto Tersalvi, direttore sanitario di ATS Bergamo, per fare il punto della situazione sui Medici di Assistenza Primaria.

“Ad oggi abbiamo avuto 101 cessazioni e altre 27 sono previste da qui alla fine dell’anno per quanto riguarda medici e pediatri. Ma i bergamaschi non devono preoccuparsi perché tutti i cessati sono stati sostituiti con medici titolari, con medici provvisori o con le Usca; altrettanto verrà fatto con le prossime cessazioni”.

Sul fronte delle Usca invece,  per Ats arriveranno a 24 entro la fine dell’anno, come già annunciato nei giorni scorsi.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia