Attualità
Caravaggio

La riserva Brancaleone verrà ampliata grazie 197mila euro concessi dalla Regione

Il progetto prevede la costituzione di una fascia tampone boschiva di 2.700 mq e 18mila mq a prato a protezione del sistema idrologico del fontanile.

La riserva Brancaleone verrà ampliata grazie 197mila euro concessi dalla Regione
Attualità Gera d'Adda, 13 Agosto 2022 ore 13:46

L’Amministrazione comunale si porta a casa poco meno di 200mila euro da investire nel fontanile Brancaleone di Masano (Caravaggio). La risposta positiva alla richiesta di finanziamento alla Regione presentata un anno fa è arrivata in questi giorni, e apre le porte all’ampliamento dell’oasi naturalistica.

L'oasi del Brancaleone

In questi anni sono stati fatti importanti investimenti per salvaguardare e tutelare il patrimonio naturalistico del fontanile: rimossi i fanghi depositatisi nel corso del tempo, ripristinate le staccionate in legno ammalorate o danneggiate dai forti temporali, messi a dimora 165 alberi grazie al Fondo regionale di Protezione civile che ha stanziato 44mila euro, consolidate le sponde del canale di by-pass per evitare l’inquinamento delle acque sorgive da fonti esterne, realizzate tre pozze permanenti per la riproduzione delle rane di Lataste grazie al contributo regionale di 11mila 670 euro.

Il progetto finanziato

Il sogno più ambizioso dell’Amministrazione però è sempre stato quello di ampliare la riserva e potenziarne la funzionalità ambientale ed ecologica. Obiettivo del bando Infrastrutture verdi a rilevanza ecologica e di incremento della naturalità indetto da Regione Lombardia a cui il Comune ha inoltrato, appunto, richiesta di fondi. Il progetto è stato redatto dagli agronomi Carlo Carioni e Anna Mazzoleni e prevede la costituzione di una fascia tampone boschiva di 2.700 mq e 18mila mq a prato a protezione del sistema idrologico del fontanile "Brancaleone - Fontana nuova", che mitigherà gli impatti derivanti dal contesto agricolo circostante e offrirà una zona di rifugio attrattiva per la fauna selvatica, con particolare riferimento all’avifauna e mammalofauna delle zone prative e nemorali. L’intervento intende riqualificare 680 mq di zone umide connesse al sistema della Fontana Nuova, attualmente interrate.

"Il nostro progetto è stato ammesso a finanziamento con contributo di 197mila 764 e partecipazione economica carico del Comune di 29mila 880 euro - ha spiegato il sindaco Claudio Bolandrini, molto soddisfatto - è arrivato 20esimo su 24 finanziati per complessivi 4 milioni 366mila euro erogati. Risorse che ci consentiranno un significativo ampliamento attraverso il recupero di aree umide attualmente interrate e la realizzazione di un’area boschiva a protezione. Sono molto soddisfatto perché Regione Lombardia ha compreso l’importanza del nuovo intervento proposto".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter