Caravaggio

Un bando per ampliare e potenziare la riserva naturalistica del Fontanile Brancaleone

Il contributo richiesto a Regione Lombardia è pari ad euro 247.768,41, ai quali si aggiungono risorse comunali pari ad euro 29.880.

Un bando per ampliare e potenziare la riserva naturalistica del Fontanile Brancaleone
Attualità Gera d'Adda, 13 Agosto 2021 ore 10:08

Ampliare la riserva naturalistica del fontanile Brancaleone e potenziarne la funzionalità ambientale ed ecologica. E' questo l'obiettivo del bando "Infrastrutture verdi a rilevanza ecologica e di incremento della naturalità" indetto da Regione Lombardia a cui il Comune di Caravaggio ha inoltrato una richiesta di finanziamento.

Il progetto degli agronomi

Il progetto redatto dagli agronomi Carlo Carioni e Anna Mazzoleni prevede la costituzione di una fascia tampone boschiva e a prato a protezione del sistema idrologico del fontanile "Brancaleone - Fontana nuova" che mitigherà gli impatti derivanti dal contesto agricolo circostante e offrirà una zona di rifugio attrattiva per la fauna selvatica, con particolare riferimento all’avifauna e mammalofauna delle zone prative e nemorali. L’intervento inoltre potenzierà gli habitat umidi, riqualificando due zone umide connesse al sistema della Fontana Nuova, attualmente interrate.

Il contributo richiesto a Regione Lombardia è pari ad euro 247.768,41, ai quali si aggiungono risorse comunali pari ad euro 29.880.

Recuperare il Brancaleone

“In questi anni sono stati fatti importanti investimenti per salvaguardare e tutelare il patrimonio naturalistico del Brancaleone - ha commentato il sindaco Claudio Bolandrini - In primavera sono stati rimossi i fanghi depositatisi nel corso degli anni, sono state ripristinate le staccionate in legno ammalorate o danneggiate dai forti temporali, sono stati messi a dimora 165 alberi grazie al Fondo regionale di Protezione civile che ha stanziato 44.000 euro, si sono consolidate le sponde del canale di by-pass per evitare l'inquinamento delle acque sorgive da fonti esterne, si è in attesa di un contributo di Regione Lombardia per realizzare tre habitat per la riproduzione delle Rane di Lataste".

"Con questo progetto redatto insieme a tecnici esperti messi a disposizione da Regione Lombardia intendiamo recuperare risorse per potenziare la funzionalità ambientale ed ecologica del fontanile che, è opportuno ricordare, non è un parco pubblico ma un’area protetta per la conservazione e la tutela di un habitat autoctono e del suo patrimonio faunistico selvatico - ha aggiunto - Se il progetto verrà finanziato si provvederà a ripristinare due aree umide di 680 mq attualmente interrate e a realizzare una fascia tampone di oltre 2.700 mq di nuovo bosco e di 18.000 mq di prato. La tutela e salvaguardia del patrimonio naturalistico non è uno slogan elettorale ma è un obiettivo prioritario perseguito con azioni concrete e costanti, in sinergia con Regione Lombardia e in linea con la transizione ecologica nazionale: questo è il contributo della città di Caravaggio per contrastare il degrado ambientale e il cambiamento climatico.”