Sport
Basket A2

La Blu Basket 1971 Treviglio annuncia il nuovo assetto societario

Ad affiancare il presidente e main sponsor Stefano Mascio nel ruolo di vicepresidente Andrea Cortiana. Lascia la società di via del Bosco Gianfranco Testa, ultimo dei "bergamaschi" arrivati nella Bassa nel 2006.

La Blu Basket 1971 Treviglio annuncia il nuovo assetto societario
Sport Treviglio città, 12 Novembre 2021 ore 10:39

La Blu Basket 1971 Treviglio ha annunciato oggi, venerdì 12 novembre, il nuovo assetto societario della società cestistica che nel 2021 ha festeggiato i 50 anni dalla fondazione. Al fianco del presidente Stefano Mascio - che è anche main sponsor con il "Gruppo Mascio" - il nuovo vicepresidente è Andrea Cortiana.

Blu Basket Treviglio, nuovo assetto societario

Un nuovo assetto societario per la storica società di basket di Treviglio. Lo ha annunciato la stessa Blu Basket 1971 stamattina con un comunicato ufficiale.

Blu Basket 1971, storica società sportiva del territorio bergamasco, si avvia a costruire i suoi secondi 50 anni con un nuovo progetto e una nuova governance.
Il presidente della società, nominato il 1° luglio scorso, è Stefano Mascio, ora alla guida di un Consiglio di Amministrazione composto da Andrea Cortiana (che assume l’incarico di vicepresidente), Euclide Insogna (confermato nel ruolo di direttore generale), Luigi Resmini (già vicepresidente e delegato al rapporto con gli arbitri) e dal neoconsigliere Aurelio Morelli.
Tredici sono i componenti della compagine sociale: oltre ai cinque membri del CdA, ne fanno parte i soci storici Riccardo Baruffi, Massimo Gritti, Paolo Luinetti, Stefano Lamera, Pier Vincenzo Mazza, Angelo Soliveri e ai quali si affiancano le figure di Roberto Castrataro e Marco Vecchierelli.

Il presidente Mascio: "Conquistare obiettivi mai immaginati"

Il presidente Stefano Mascio ha espresso un rinnovato entusiasmo: "Ringrazio tutti, soci storici e quelli nuovi per l’impegno, la determinazione e la passione. Insieme percorreremo una strada mai intrapresa prima, con l’obiettivo di consolidare la struttura societaria e conquistare sul campo obiettivi mai immaginati nei primi cinquant’anni di storia della nostra Blu Basket".

Lascia Testa, l'ultimo dei soci arrivati nel 2006 da Bergamo

Nel nuovo assetto societario della Blu Basket 1971 - denominazione nata nel 2006 dall'accordo tra Treviglio Basket e Interbasket Bergamo - sparisce anche l'ultimo dei soci che, 15 anni fa ormai, da Bergamo unirono le forze con i soci storici del sodalizio cestistico cittadino per dare un nuovo impulso alla pallacanestro a Treviglio. Gianfranco Testa non fa più parte della società sportiva di via del Bosco dopo esserne stato vicepresidente prima, al fianco di Piervincenzo Mazza, e poi presidente dall'estate del 2011 sino a quest'estate quando è partito il nuovo e ambizioso progetto triennale guidato da Stefano Mascio e dal suo gruppo. Dieci anni di presidente per Testa, che amava definirsi "primo inter pares", scanditi da risultati sportivi, e non solo, importanti per Treviglio: l'approdo nell'attuale A2, dopo l'ennesima riforma dei campionati voluta dalla Fip, ma anche la crescita di tanti giovani che sono poi approdati alla serie A e, soprattutto, l'aver sempre gestito in modo oculato la società che adesso guarda ai suoi prossimi 50 anni.

Nella foto di copertina la nuova governance della Blu Basket 1971 Treviglio. Seduti, da sinistra, Luigi Resmini, Andrea Cortiana, Stefano Mascio, Euclide Insogna, Aurelio Morelli; in piedi, da sinistra, Roberto Castrataro, Paolo Luinetti, Massimo Gritti, Stefano Lamera, Riccardo Baruffi, Angelo Soliveri, Marco Vecchierelli, Pier Vincenzo Mazza.