Menu
Cerca
Sport

Estrada, una settimana da incorniciare: il verdellinese Ihemeje splende in USA

L'Atletica Estrada strappa consensi e risultati di altissimo livello non sono in Italia ma anche all’estero.

Estrada, una settimana da incorniciare: il verdellinese Ihemeje splende in USA
Sport Treviglio città, 24 Maggio 2021 ore 09:57

Fine settimana da incorniciare per l’Atletica Estrada che strappa consensi e risultati di altissimo livello non sono in Italia ma anche all’estero.
E iniziamo proprio dal verdellinese Emmanuel Ihemeje (nella foto in evidenza) che da qualche anno è in America e studia all’università dell’Oregon. Il ventiduenne dell’Estrada nel salto triplo a Los Angeles ha stabilito il suo nuovo personale all’aperto con 16,60 metri di oltre 30 centimetri migliore del precedente fatto nel 2019 a Rieti (16,28 mt).

Ihemeje splende in USA

E la misura Emmanuel l’ha ottenuta con una rincorsa ridotta (solo 8 appoggi) in una competizione/test. Quest’inverno al coperto Ihemeje era balzato agli onori della cronaca con la vittoria nei campionati Ncaa a Fayetteville con l’ottima misura di 17,26 mt che gli ha aperto le porte per le Olimpiadi.

"Deve gareggiare ancora ad Eugene a inizio giugno poi verrà in Italia per gli Italiani di fine giugno a Rovereto - spiega Paolo Brambilla, direttore tecnico dell’Atletica Estrada -. Lui è nella lista per le Olimpiadi, deve fare ancora qualche bella misura in queste gare in modo da poter pensare ad un suo ingresso nella finale olimpica e poi staccherà il biglietto per Tokyo. Sono certo e convinto che Emmanuel ce la farà".

Ottimi risultati per Vailati Camillo e Chahboun

Torniamo in Italia, e passiamo alla bella prestazione di Chiara Vailati Camillo, Cadetta al primo anno in categoria, capace di chiudere con l’ottimo 7° posto i Campionati Italiani individuali di Corsa in Montagna. La bassaiola, che si allena a Caravaggio con il tecnico Carmine Voccia, ha ottenuto il bel piazzamento a Concesio nel Bresciano risultando la prima bergamasca al traguardo e la seconda tra le lombarde.

A metà settimana si è disputato a Savona, in Liguria, il meeting internazionale dove si è messo in bella mostra il trevigliese Reda Chahboun che alla prima gara stagionale all’aperto è riuscito a mettere al collo la medaglia di bronzo con l’ottima misura di 7,76 metri non lontano dal personale di 7,81 mt ottenuto sempre a Savona nel 2019.

Il weekend dell'Estrada

Passiamo alla riunione al Centro Sportivo Saletti di Nembro dove l’Estrada del presidente Pierluigi Giuliani ha fatto grandi cose. Tra le Cadette ha fatto mirabilie Sofia Regazzi (classe 2006). Negli 80 mt piani la ragazza di Rivolta d’Adda ha stampato l’ottimo tempo di 10”09 che è la migliore prestazione di questa stagione tra le lombarde e polverizza il suo precedente primato di aprile a Casalmaggiore di 10”35.

Nella stessa gara l’Estrada piazza sul terzo gradino del podio Giulia Maria Barbati (10”41), al 6° posto Laura Fiorini (10”55), al 7° Rachele Usini (10”65), 10° posto per Aurora Villa (10”98) dell’Atletica Pianura Bergamasca di Martinengo che migliora ampiamente il personale di 11”47 di aprile a Concesio.

Nei 100 mt Allievi bel successo dell’Estradaiolo Lorenzo Villa (2005) di Pagazzano in 11”44 non lontano dal personale (11”36). Bronzo per Nicolò Riva (2004) dell’APB in 12”07 che migliora il 12”14 ottenuto quindici giorni prima. Nei 300 hs oro per Victoria Raiteri dell’Atletica Estrada col crono di 51”76 che migliora nettamente il primato di 52”48 di aprile a Casazza. Nei 100 mt Allieve successo dell’urgnanese Makissia Bamba dell’Atletica Pianura Bergamasca in 12”55. Nel salto in alto Cadette argento per Carlotta Agnes Brigatti dell’Estrada con l’asticella varcata a 1,46 mt (a 2 centimetri dal primato personale di 1,48 mt). Vittoria e personale migliorato di 2 cm per l’estradaiola Sofia Matacera (2006) nel getto del peso Cadette con 10,10 mt, stesso discorso per la compagna di colori Sofia Frigerio (2006) Cadette che fa sua la gara del giavellotto con 33,86 mt. Negli 80 piani Cadetti argento per Leonardo Vacis (2007) col tempo di 10”06, 5° posto per Nicola Bonacina (2007) dell’APB che "distrugge" il suo personale correndo in 10”09 (precedente 10”50 di aprile a Casazza). Estrada sul primo gradino del podio anche nei 300 hs Cadetti con Marco Castagna (2007) in 45”52 e con Stefano Monticelli (2006) che nel salto in alto Cadetti sgretola il personale varcando l’asticella a quota 1,90 mt (era 1,84 il precedente del 2020 a Casazza). Nel getto del peso Cadetti oro e argento per la Bassa: vittoria di David Chukwuebuka Okoye dell’Estrada con 11,57 mt e terza piazza per Gabriele Amighetti dell’Atletica Pianura Berganasca con 9,06 mt. E per concludere altro oro Estrada, sempre a Nembro, con Paolo Bianchessi (2006) nel giavellotto Cadetti con miglior lancio a 33,35 mt.

Europei a squadre di marcia

Francesca Liviani

Usciamo dall’Italia e andiamo in Repubblica Ceca a Poderbrady che ha ospitato gli Europei a Squadre di Marcia. Nella 10 km juniores al via con le azzurre la caravaggina Francesca Liviani (2002) che ha disputato una splendida prova concludendo al 15° posto (terza delle italiane) ma soprattutto ha limato di ben 36 secondi il suo personale che ora è di 51’42”.

Sofia Regazzi e Stefano Monticelli

"Sì, è stato un buon fine settimana - commenta Paolo Brambilla -. Tanti i risultati di prestigio e spicca il tempo di Sofia Regazzi che è il 7° di sempre tra le cadette bergamasche sugli 80 mt. Ottimo anche Stefano Monticelli che in questo momento nell’alto ha il miglior risultato di categoria in Italia. Sofia Matacera potrebbe avere già il posto assicurato nel Criterium Cadette, mentre Lorenzo Villa è vicino al minimo sui 100 mt, deve sistemare alcune cose e trovare la gara giusta. Nel fine settimana saremo in gara a Nembro e all’Arena di Milano dove Alessandra Iezzi prova a fare una bella gara nei 100 mt".