Politica
Politica

Treviglio Fiera, Sonzogni attacca: "Per ammortizzare i costi ci vorranno 140 anni"

Il sindaco: "Gli eventi ospitati sono stati 16, oltre al luna park, per un totale di 120 giorni di utilizzo e 33mila euro incassati"

Treviglio Fiera, Sonzogni attacca: "Per ammortizzare i costi ci vorranno 140 anni"
Politica Treviglio città, 31 Gennaio 2020 ore 14:22

Ancora polemiche su Treviglio Fiera, Sonzogni attacca in Consiglio comunale.

Polemiche su Treviglio Fiera

"Per ammortizzare il costo di realizzazione del nuovo polo fieristico ci vorranno 140 anni". Dopo i conti di Laura Rossoni su piazza Setti, è stata la volta di Stefano Sonzogni che ha invece fatto le pulci a Treviglio Fiera. Il consigliere di "Italia Viva W Treviglio" ha chiesto un’interpellanza per sapere il numero di eventi organizzati nella nuova struttura nel 2019, i ricavi conseguiti dal Comune e le spese di gestione e manutenzione sostenute. Inoltre, quante iniziative sono in programma nel 2020 (e relativi ricavi) e se esiste un piano marketing (e relativi costi per promuovere la nuova Fiera.

"Gli eventi ospitati sono stati 16, oltre al luna park, per un totale di 120 giorni di utilizzo - ha risposto il sindaco Juri Imeri- Le entrare ammontano a circa 33 mila euro, al netto degli utilizzi gratuiti per finalità istituzionali a servizio della comunità. Oltre ai canoni sono stati richiesti i pagamenti dei consumi energetici per un importo di quasi 6 mila euro. Le spese sostenute ammontano invece a 27.500 euro - ha proseguito il primo cittadino - mentre non risultano spese di manutenzione poiché l’opera è ancora in fase di collaudo e quindi spettano ancora alle imprese costruttrici".

Benefici diretti e indiretti

Imeri ha poi sottolineato che il nuovo polo fieristico ha portato anche benefici indiretti, visto che per oltre 200 giorni la struttura ha garantito ai pendolari un totale di 420 posti auto. Per quanto riguarda il programma del 2020, gli eventi in calendario al momento sono 15, per un’occupazione di circa 140 giorni e un gettito stimato in 50 mila euro, mentre per la promozione della struttura, lo scorso dicembre è stato dato incarico (costo di 5 mila euro) a una società specializzata per la presentazione digitale di Treviglio Fiera.

"I numeri confermano che questa è un’operazione che un privato non avrebbe mai fatto - ha replicato Sonzogni - I soldi pubblici devono avere una gestione oculata. Di questo passo ci metteremo 140 anni per ammortizzare la spesa. E’ evidente che all’Amministrazione è scappata la mano. Ormai - ha concluso il consigliere di opposizione - l’opera c’è, quindi bisogna fare in modo di renderla produttiva, non si possono spendere più di 7 milioni per queste iniziative".

"E’ un’opera che rende più attrattiva Treviglio - ha concluso Imeri - Ha portato 600 posti auto e riqualificato una parte della città. E’ vero che valorizzata e infatti stiamo completando gli investimenti per renderla più appetibile".

TORNA ALLA HOME