Elezioni Treviglio

Imeri pronto al bis con Forza Italia (ma Pezzoni ci sarà?)

Col sindaco uscente cinque liste: il centrodestra si ricompatta col ritorno a casa degli azzurri.

Imeri pronto al bis con Forza Italia (ma Pezzoni ci sarà?)
Politica Treviglio città, 12 Dicembre 2020 ore 19:43

Squadra che vince (qualche volta) si cambia. Bisogna smentire l’allenatore serbo Vujadin Boškov e il suo celebre adagio, per raccontare la situazione politica del centrodestra di Treviglio all’indomani della ricandidatura di Juri Imeri a sindaco. La notizia – che tutti in realtà davano per scontata – è stata ufficializzata lunedì sera durante un convention ristretta, causa Covid ovviamente, con tutte le anime della maggioranza, nella sala «meno uno» del Tnt. Serata che non ha risparmiato almeno un paio di sorprese.

Forza Italia torna in maggioranza, Pezzoni assente

La prima, anche se già annunciata, è stata la presenza di Forza Italia tra le cinque liste che costituiranno la coalizione di centrodestra a sostegno di Imeri. La seconda, è invece l’assenza rumorosissima, sia dal tavolo che tra il pubblico, dell’ex sindaco e attuale assessore alla Cultura, Giuseppe Pezzoni. Di più: pochi minuti prima dell’inizio della presentazione, un post sulla sua pagina Facebook racconta che si trovava… da tutt’altra parte.

Al tavolo: la senatrice azzurra Alessandra Gallone, il leghista Juri Imeri e Michele Bornaghi di Forza Italia

Cinque anni di cambiamenti. “Completiamo quanto cominciato”

Per Imeri la serata è stata anche l’occasione per fare il punto sulle partite amministrative aperte e su quelle «portate a casa». Dalle scuole agli immobili comunali, dalla battaglia vinta sulla cava Vailata alla riqualificazione dell’ex Baslini, fino alla viabilità («La rotonda di viale Piave? L’abbiamo costruita, dopo 25 anni che se ne parlava»).

«Per tanti di voi la mia ricandidatura a sindaco è una non-notizia, ma per me non lo è affatto – ha esordito – Non era affatto scontato e vi ringrazio per la stima e per la vostra voglia di fare». Altri temi centrali, ha continuato, sono stati i Servizi sociali e la cura del Bilancio («chiudiamo il mandato con meno debiti di prima»). «Vogliamo consolidare Treviglio come città dei servizi, a dimensione d’uomo ma anche aperta» ha continuato Imeri.

Cinque liste per il bis

A sostenerlo ci saranno dunque due civiche – «Io Treviglio» di Pinuccia Prandina e «Con Mangano per Treviglio» di Basilio Mangano – e tre liste di partito: la Lega rappresentata da Franco Giussani, Fratelli d’Italia con Valentina Tugnoli e appunto «Forza Italia – Treviglio popolare».

Tutti i dettagli e gli interventi degli assessori dei candidati sul numero in edicola del Giornale di Treviglio, oppure QUI sullo sfogliabile online

Il centrosinistra: accordo per Tura candidato sindaco

Intanto, questo pomeriggio si è tenuto l’atteso “summit” delle opposizioni, che hanno deciso di candidare ufficialmente a sindaco Matilde Tura.  C’è l’accordo con il Movimento Cinque Stelle. Italia Viva, invece, ha manifestato forti perplessità

Matilde Tura, un “laboratorio civico” sfiderà il centrodestra

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità