Politica
Elezioni a Cologno

Forza Italia sul voto: "Le divisioni nel centrodestra hanno consegnato la vittoria a Drago"

L'analisi politica del forzisti dopo la sconfitta al voto del 3 e 4 ottobre.

Forza Italia sul voto: "Le divisioni nel centrodestra hanno consegnato la vittoria a Drago"
Politica Media pianura, 06 Ottobre 2021 ore 15:36

I colognesi hanno parlato chiaro e il sindaco uscente Chiara Drago ha centrato il bis senza problemi. Con il 44,76% dei voti ha messo in cassaforte i prossimi cinque anni di Amministrazione. Una partita che, secondo l'analisi del comitato colognese di Forza Italia, è stata resa più semplice dalle divisioni interne al centrodestra che ha finito per schierare in campo due candidati.

Le elezioni in numeri

A Cologno dove un elettore su tre non si è recato alle urne è uscita vincitrice la candidata del centrosinistra Chiara Drago per la quale hanno votato 2.558 colognesi pari al 44,76% dei voti validi. Per Marco Picenni, candidato sostenuto dai partiti di centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) hanno votato 2.316 elettori pari al 40,52%, e per Massimiliano Delcarro e la sua "Cologno concreta" hanno votato 841 colognesi pari al 14,72%.

Per quanto riguarda le preferenze, per la lista "Progetto Cologno - Chiara Drago" sono state espresse 1.298 preferenze pari al 50,74% dei voti raccolti dalla lista, la più votata è la candidata Giovanna Guerini che ha raccolto ben 219 preferenze personali. Per la lista "Lega Salvini/Fratelli d’Italia/Forza Italia - Marco Picenni" sono state espresse 1.281 preferenze pari al 55,31% dei voti raccolti dalla lista, la più votata è la candidata Pamela Cardani che ha raccolto ben 207 preferenze personali. Infine per la lista "Cologno Concreta - Massimiliano Delcarro" sono state espresse 627 preferenze pari al 74,55% dei voti raccolti dalla lista, il più votato è il candidato Renato Bissa che ha raccolto ben 134 preferenze personali.

Cologno ha scelto Drago

"Non possiamo esimerci dall’esprimere una valutazione politica di cosa è accaduto a Cologno - si legge nella nota diffusa dal comitato di Forza Italia - Innanzitutto la riconferma, seppur di poco, dell’Amministrazione uscente, che ha recuperato parecchio nell’ultimo semestre. E' uscita da una situazione sociale di una gravità estrema, e da una non esaltante politica degli investimenti strutturali, nei quattro anni iniziali 2016/2020, non proprio dinamica, che ha visto in sostanza la realizzazione parziale della pavimentazione del centro del centro storico, attraverso diverse non conformità progettuali, ma alla fine con una realizzazione decorosa dell’opera (seppur con le tante tribolazioni incontrate e tecnicamente risolte)".

"Vittoria servita su un piatto d'argento"

"Ora veniamo alla nota dolente dello schieramento del centrodestra - prosegue - Certo che quando c’è da dividersi, e fornire un vantaggio competitivo al centrosinistra, noi siamo dei maestri. Bastava sentire il parere del fornaio (con rispetto del fornaio) fuori casa, ed esso ti diceva: con due liste del centrodestra alla Drago si è offerta sul piatto d’argento la vittoria: e così puntualmente si è consumato il baratro del centrodestra. Lapalissiano. Ma noi di Forza Italia un tentativo l’abbiamo esperito, due mesi circa prima delle elezioni, paventavamo questa divisione insanabile del centrodestra. Tanto è vero che abbiamo cercato di suggerire una “terza via” che a noi sembrava risolutiva, ma la situazione era talmente incancrenita, soprattutto per divisioni personali ataviche, le cui braci covavano sotto la cenere da almeno un ventennio".

"Al lavoro per la nostra Cologno"

"Comunque la politica continua, ora vediamo di svolgere il nostro compito ad un livello alto e con una squadra all’altezza - conclude - Noi di Forza Italia rimarchiamo il nostro pensiero di moderati colognesi e saremo un prezioso supporto politico amministrativo, tecnico e professionale per la nostra Cologno al Serio, che tutto merita in suo favore per lo sviluppo economico e sociale di una laboriosa comunità".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter