Lunedì a Bergamo

Sematic, in Provincia un vertice per “salvare” i dipendenti

Già nella primavera del 2019 l'azienda aveva avanzato il progetto di delocalizzazione in Ungheria, ma era poi tornata sui suoi passi.

Sematic, in Provincia un vertice per “salvare” i dipendenti
Media pianura, 05 Settembre 2020 ore 10:13

Sematic, in Provincia un vertice per “salvare” i dipendenti. Già nella primavera del 2019 l’azienda aveva avanzato il progetto di delocalizzazione in Ungheria, ma era poi tornata sui suoi passi.

Sematic, vertice in Provincia

E’ convocato per lunedì 7 settembre alle 17 nell’Auditorium di via Sora“Ermanno Olmi” della Provincia di Bergamo, il vertice voluto dal presidente Gianfranco Gaforelli per esaminare la situazione dell’azienda Sematic di Osio Sotto a cui ha inviato i Parlamentari bergamaschi, i Consiglieri bergamaschi della Regione, il Sindaco del Comune di Osio Sotto, il Direttore Confindustria Bergamo e le Organizzazioni sindacali.

Preoccupazione in Provincia

“La Provincia di Bergamo, nelle persone del presidente Gafforelli e del consigliere delegato Ezio Deligios, segue con grande attenzione e apprensione la vicenda Sematic che desta fortissima preoccupazione per le conseguenze sull’impiego a livello provinciale e, in particolare a livello locale, nei comuni di Osio Sotto e Sopra – si legge in una nota inviata dalla Provincia di Bergamo – Solleva più di qualche perplessità la modalità di assunzione di decisioni di tale gravità da parte della proprietà aziendale, soprattutto a breve distanza da un precedente incontro pubblico, sempre organizzato dell’Ente provinciale, nel corso del quale era stata completamente esclusa qualsivoglia conseguenza sul mantenimento del sito produttivo e sull’occupazione collegata”.

“Sono convinto che una forte presa di posizione e concertazione tra le istituzioni e i massimi rappresentanti politici locali sia utile al fine di salvaguardare l’economia del territorio e dare il necessario sostegno e garanzie ai numerosi lavoratori coinvolti e alle loro famiglie in questo momento difficile e incerto”, ha commentato Gafforelli.

Deligios: “Quadro drammatico”

“Il quadro che si presenta ai lavoratori dell’azienda Sematic di Osio Sotto è drammatico – ha aggiunto il consigliere Ezio Deligios delegato alle Politiche attive del lavoro e alle Attività produttive della Provincia di Bergamo – In merito alla situazione esprimo la più forte preoccupazione per le prospettive occupazionali per il futuro; contemporaneamente dobbiamo renderci conto che la perdita di posti di lavoro metterebbe in ginocchio tutto il tessuto economico del territorio, non solo del comune di Osio Sotto ma anche dei comuni vicini. L’incontro di lunedì è l’occasione per una presa di coscienza da parte di tutti, e auspico che le Istituzioni si alleino per promuovere tutte le iniziative più opportune al fine di salvaguardare questa importante azienda sul territorio”.

Sciopero alla Sematic

Proteste, scioperi e una manifestazione per chiedere che il piano di delocalizzare il 70% della produzione dell’azienda di Osio Sotto in Ungheria venga modificato.

“Sarebbe un grave e duro colpo per il territorio, soprattutto in una situazione emergenziale come quella creata dal Covid-19 -hanno commentato i consiglieri regionali Niccolò Carretta (Azione) e Jacopo Scandella (PD) – Sematic è un’azienda sana e il tavolo regionale sarà importante anche per assicurare gli eventuali ammortizzatori sociali, come la cassa integrazione straordinaria. Per questo motivo abbiamo chiesto che vengano ascoltati i rappresentanti aziendali e quelli dei lavoratori in Commissione Attività Produttive al Pirellone, per provare a trovare una soluzione e soprattutto salvare i tanti posti di lavoro che sono in bilico.”

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia