Osio SottoSc

Sematic in sciopero, sospesa una parte della produzione FOTO

Ravasio, FIOM-CGIL di Bergamo: “Per l’azienda via il 65-70% delle linee di prodotto. Secondo le nostre stime impatto più alto. A rischio la sopravvivenza stessa del sito”

Sematic in sciopero, sospesa una parte della produzione FOTO
Media pianura, 03 Settembre 2020 ore 17:08

Convocato solo per avviare la discussione sul rinnovo del Contratto integrativo aziendale, l’incontro di questa mattina in Confindustria con la Direzione del Gruppo Wittur si è trasformato invece in una vera doccia fredda: per la Sematic di Osio Sotto, già da questo mese, la Direzione di Gruppo ha deciso il trasferimento di larga parte delle linee di prodotto nello stabilimento in Ungheria. Diversa la posizione dell’azienda che parla di “sospensione di parte della produzione” e non di “trasferimento”.

Sematic in sciopero

Subito i sindacati hanno convocato e tenuto un’assemblea-mobilitazione con i lavoratori di fronte alla portineria dell’azienda: unitariamente è stato proclamato uno sciopero per oggi e per la giornata di domani.

4 foto Sfoglia la gallery

“L’azienda ha dichiarato che a venire trasferito sarebbe circa il 65-70% della produzione attuale. Secondo le nostre stime l’impatto sarebbe anche più alto e questo metterebbe a rischio la sopravvivenza stessa dello stabilimento – ha commentato oggi pomeriggio Claudio Ravasio della segreteria provinciale della FIOM-CGIL di Bergamo – Al momento l’esubero di personale verrebbe gestito utilizzando la Cassa integrazione per emergenza Covid-19. Temiamo però che, esaurita quella, l’azienda proceda con i licenziamenti. Abbiamo chiesto alla Direzione di rivedere la decisione che comporterebbe un impatto sociale disastroso”.

Intanto, entro metà settembre, un centinaio di impiegati di varie funzioni verranno trasferiti presso il nuovo centro ricerca e sviluppo a Seriate. I lavoratori coinvolti lo hanno saputo oggi. Per la Sematic di Osio lavorano, al momento, circa 300 persone.

La posizione dell’azienda

“Il Gruppo Wittur ha incontrato oggi le Organizzazioni Sindacali per informarle della decisione presa dalla capogruppo Wittur Holding GmbH di sospendere una parte della produzione dello stabilimento produttivo di Osio Sotto (della società Sematic S.p.A). In futuro, i clienti saranno dunque serviti da altri siti produttivi del Gruppo.

I motivi che hanno determinano tale decisione risiedono nell’andamento del settore dell’industria degli ascensori e della componentistica, che ha vissuto un inasprimento delle dinamiche competitive a livello globale ed europeo, ulteriormente aggravate dall’insorgere della pandemia di Covid-19, con uno spostamento del baricentro industriale dei principali operatori del settore, della supply chain e della logistica verso l’Est Europa.

Wittur continuerà ad investire in Italia nel suo Global Technology Center a Seriate (BG), finalizzato all’accrescimento delle competenze del Gruppo e che rappresenterà un centro di eccellenza volto a sviluppare le competenze aziendali quale parte integrante del programma di Wittur di porre il cliente al centro delle proprie strategie. Il Global Technology Center ospiterà, fra gli altri, i team di Application Engineering, Product Development, R&D e Special Projects e sarà il luogo dove i clienti potranno incontrarsi con gli esperti del Gruppo e condividere tutti gli aspetti dello sviluppo degli ascensori in spazi creati appositamente per questo fine. Grazie al confronto con la vision dei propri clienti e le profonde competenze del Gruppo, Wittur riuscirà a migliorare ulteriormente il ciclo di sviluppo dei prodotti, portando ai propri clienti maggior valore aggiunto in tempi più brevi.

Il Global Technology Center sarà utilizzato anche per rafforzare il marchio Sematic, la cui eredità combina una profonda esperienza ingegneristica, soprattutto in progetti speciali e progetti “high rise”, con livelli di servizio personalizzati, e testimonia l’impegno di Wittur per lo sviluppo del portafoglio di prodotti Sematic”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia