Economia
Sostegno al reddito

Bando utenze domestiche a Treviglio: domande dal 1 giugno

Le domande potranno essere presentate solo in via telematica dal sito del Comune entro il 30 giugno 2021.

Bando utenze domestiche a Treviglio: domande dal 1 giugno
Economia Treviglio città, 27 Maggio 2021 ore 14:23

Dal 1 giugno sarà possibile presentare le domande per il Fondo sociale utenze domestiche 2021 deliberato oggi dalla Giunta trevigliese. Un aiuto concreto per sostenere la popolazione con basso reddito nel pagamento delle spese relative alla conduzione dell'abitazione, quali le utenze domestiche energia elettrica, acqua e gas.

Fondo sociale utenze domestiche

Il Fondo, stanziato dal Comune, ha una disponibilità finanziaria di 150mila euro che potrà essere incrementata con ulteriori risorse. Per accedere alla misura di sostegno sarà necessario essere in possesso di questi requisiti:

  • residenza a Treviglio del richiedente
  • assenza di proprietà (anche parziale) di beni immobili diversi dall’abitazione principale (terreni, fabbricati, fabbricati rurali nessuno escluso ed indipendentemente dalla destinazione d’uso), per ognuno dei componenti il nucleo familiare anagrafico del richiedente, alla data di apertura del presente avviso
  • mancata percezione, nell’anno 2021, per ognuno dei componenti il nucleo familiare anagrafico del richiedente, di altri contributi economici comunali, assegnati dal Servizio Sociale comunale ai sensi del “Regolamento per l’accesso dei contributi economici individuali”, ad eccezione dei buoni spesa, i cui fruitori potranno accedere alla presente misura.
  • attestazione I.S.E.E. ordinario in corso di validità, inferiore o uguale a 13mila euro

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente in modo telematico compilando e inviando l’apposito modulo pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente nell’homepage del sito www.comune.treviglio.bg.it nella sezione “notizie e avvisi” a partire dal 1 giugno e fino al 30 giugno 2021.

L’importo del contributo è determinato proporzionalmente all’indicatore ISEE ordinario del richiedente e va da 500 a 1000 euro.

Postazione disponibile in biblioteca

Per agevolare e facilitare l’accesso al bando, sarà messa a disposizione presso la Biblioteca Civica una postazione per la presentazione delle richieste utilizzabile dai cittadini sprovvisti di connessione internet o dispositivi; sarà inoltre disponibile, sempre dal 1° giugno, un’assistenza telefonica alla compilazione del format per la richiesta di contributo.

Prandina: "Un ulteriore aiuto alle famiglie in difficoltà"

"L’Amministrazione comunale, per non lasciare sole soprattutto le famiglie duramente colpite dalla crisi, ha sempre promosso progetti nell’ambito delle politiche sociali mettendo in campo numerose risorse - ha dichiarato il vicesindaco Pinuccia Prandina - Abbiamo erogato contributi a favore dei nuclei familiari in difficoltà, dai buoni spesa, al paniere solidale, agli aiuti per il pagamento degli affitti, alla possibilità di rateizzare quanto eventualmente dovuto in termini d’imposte comunali e tanto altro. Ora questo nuovo bando rappresenta un ulteriore aiuto che va a consolidare l’impegno dell’Amministrazione in questo settore".