Martinengo

Villa Allegreni apre le porte al pubblico FOTO

Nel grande giardino all'inglese, 10 ettari, vivono settanta specie di alberi e piante.

Villa Allegreni apre le porte al pubblico FOTO
Media pianura, 04 Ottobre 2020 ore 12:14

Apertura straordinaria di Villa Allegreni a Martinengo: oggi, per un giorno, torna ad essere visitabile una delle ville più belle della Bassa. Il gioiello architettonico martinenghese aprirà le sue porte, in via del tutto eccezionale, domenica, in occasione della giornata dei «Castelli Aperti».

Leggi anche: Pienone per l’apertura di villa Pezzoli a Treviglio: un gioiello liberty dimenticato FOTO

5 foto Sfoglia la gallery

Una villa semplice ma incantevole, a Martinengo

L’edificio, risalente al XIX secolo, si trova in via Monsignor Piani e si caratterizza per essere un semplice parallelepipedo di tre piani, molto particolare per via degli assi di simmetria rimarcati tramite elementi architettonici quali una veranda, un balcone aggettante poggiato su colonne, un portico e le lunette decorate al di sopra di alcune finestre.
Interessanti sono anche le decorazione pittoriche ed a rilievo che ornano la facciata, specialmente quelle con motivi a volute al di sopra delle finestre e le fasce marcapiano dipinte che al primo piano sottolineano la linea dei davanzali ed, al secondo, inquadrano le aperture del sottopiano delle mensole binate, in corrispondenza delle quali, sorreggono la gronda sporgente.

Settanta specie di alberi e piante, nel giardino inglese

Fa parte del complesso un giardino prospettico in stile inglese con numerose essenze arboree ed alberi ad alto fusto, all’interno del quale si possono trovare più di una settantina di specie arborei e cespugli differenti. All’interno del parco della villa si possono trovare un laghetto artificiale con fontana, vialetti incuneati nella zona erbosa e filari di alberi ad alto fusto.
L’edificio e il parco risalenti agli inizi dell’Ottocento sono di proprietà della famiglia Allegreni le cui nobili origini si intrecciano con la storia di Martinengo e di Bergamo da circa mille anni.
Il complesso è interessante perché rappresenta ancora la caratteristica struttura della villa agraria con tutti i fabbricati annessi delle vecchie aziende agricole, con la portineria, una piccola cappella privata, la serra, i rustici col filatoio, la casa del fattore e il fienile.

Il parco di oltre 10 ettari fu ristrutturato nel 1902 per far posto a un giardino all’inglese: una tipologia sviluppatasi nel Settecento che non si avvale di elementi per definire e circoscrivere lo spazio ma si basa sull’avvicendarsi di elementi naturali e artificiali per fornire visioni prospettiche sempre diverse a seconda dei punti di osservazione.

La ProLoco: “Un’occasione unica”

“Si tratta di un’occasione unica – ha spiegato Diego Moratti presidente della Proloco di Martinengo – Le visite guidate al parco saranno alle ore 11.00, 15.00 e 16.30 con obbligo di prenotazione. Sarà possibile, come sempre, visitare il borgo medievale e pure fare compere al mercato del collezionismo e antiquariato che come ogni prima domenica del mese farà tappa in città”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia