TARLO ASIATICO

Tarlo asiatico a Ghisalba, evitare il taglio del verde fino a settembre

Il sindaco Gianluigi Conti ha chiesto la collaborazione della cittadinanza per contenere la diffusione del tarlo.

Tarlo asiatico a Ghisalba, evitare il taglio del verde fino a settembre
Cronaca Media pianura, 15 Agosto 2021 ore 09:35

Trovato il tarlo asiatico a Ghisalba, fino a fine settembre non si potrà portare gli alberi tagliati in piazzola ecologica

Il tarlo asiatico

Trovato il tarlo asiatico nel territorio di Ghisalba. Dopo le ispezioni della Regione Lombardia che hanno verificato la presenza dell'insetto in esemplari arborei presenti sia in abitazioni private che pubbliche, il sindaco Gianluigi Conti ha chiesto la collaborazione della cittadinanza per contenere la diffusione del tarlo. Il tarlo asiatico rappresenta una seria minaccia per i vivai produttori di piante ornamentali sia arboree che arbustive, per le coltivazioni delle piante da frutto, per gli ecosistemi urbani e forestali ma anche per semplici parchi e giardini privati.

L'appello del sindaco

Per evitare che il tarlo si diffonda nel Comune, il primo cittadino ha chiesto la collaborazione della cittadinanza. “Pur sapendo di creare un sicuro disagio a tutti i cittadini, chiedo a tutti di collaborare ed evitare, fino a 30 settembre, di potare o tagliare siepi e piante di qualsiasi tipo – ha dichiarato - È reale il pericolo che, anche tra le foglie e i rami di piante e siepi che non sono attaccate dal Tarlo Asiatico si possa nascondere l’insetto, che verrebbe così involontariamente diffuso lungo il percorso e nelle vicinanze della Piazzola Ecologica. Per questo è utile che, fino al 30 settembre, venga portato in Piazzola solo lo sfalcio dell’erba dei giardini privati”.

TORNA ALLA HOME