Spacciava eroina a Verdellino, pusher arrestato dai carabinieri

In manette un tunisino di 42 anni, irregolare e con precedenti penali.

Spacciava eroina a Verdellino, pusher arrestato dai carabinieri
Treviglio città, 17 Ottobre 2019 ore 14:10

Spacciava eroina a Verdellino, pusher arrestato dai carabinieri. Il tunisino, 42 anni, è stato fermato all’interno di un capannone nell’area di Zingonia, in passato teatro di diversi rave party.

Spacciava eroina all’ex TNT

Continuano senza sosta i servizi straordinari anti droga e antidegrado dei carabinieri della Compagnia di Treviglio che nella giornata di ieri hanno battuto la località di Zingonia per combattere lo spaccio di stupefacenti e affermare il principio di legalità nelle aree ritenute più sensibili.
Dopo diverse segnalazioni giunte alla Tenenza dei Carabinieri di Zingonia, relative ad un andirivieni sospetto da parte di numerose persone che anche in orario serale e notturno entravano ed uscivano dal capannone “ex TNT” di Zingonia, nel passato teatro di diversi rave party, i militari in abiti civili hanno eseguito un servizio di osservazione a distanza, al fine di riscontrare la veridicità delle segnalazioni ricevute.

Pusher vendeva eroina

Nel pomeriggio di ieri, dopo qualche ora di paziente attesa, in cui hanno effettivamente verificato il transito sospetto di diversi individui che senza un apparente motivo entravano e dopo poco uscivano dal capannone abbandonato, hanno deciso di fare irruzione all’interno, dove hanno sorpreso B.A.S., cittadino tunisino di 42 anni, irregolare sul territorio nazionale e con numerosi precedenti penali, bivaccare immotivatamente in quei locali. Alla risposta poco convincente del tunisino sulle ragioni della sua presenza dentro l’ex magazzino, i carabinieri lo hanno perquisito rinvenendogli addosso alcune dosi confezionate di eroina, oltre ad un fascio di banconote della pezzatura di 20 e 50 euro, per una somma complessiva di 600 euro. Estesa la perquisizione ai locali circostanti, i militari hanno rivenuto un involucro in cellophane contenete più di 50 grammi di eroina, già tagliata e dopo la suddivisione in dosi, pronta per essere spacciata.

All’evidenza delle prove riscontrate, i militari hanno dichiarato in arresto lo spacciatore per il reato di detenzione ai fini di spaccio d’eroina. In mattinata è stato condotto davanti al GIP del Tribunale di Bergamo per la convalida dell’arresto.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia