Cronaca
Pontirolo

Sei profughi ucraini scompaiono da Pontirolo, scatta l'allarme

Erano partiti per la Polonia senza avvisare nessuno. Rintracciati in tarda serata, sani e salvi. Centro di accoglienza vuoto, il Comune interrompe la raccolta fondi pro Ucraina

Sei profughi ucraini scompaiono da Pontirolo, scatta l'allarme
Cronaca Gera d'Adda, 26 Aprile 2022 ore 13:37

Scomparsi da Pontirolo e ritrovati in Polonia. È stata una giornata di ansia quella di sabato, 23 aprile 2022,  al centro polivalente "Sandro Pertini" del paese: i sei richiedenti asilo ucraini  ospitati da alcune settimane nella struttura  sono infatti  "spariti nel nulla" per diverse ore, salvo poi essere rintracciati in tarda serata, a migliaia di chilometri di distanza. Avevano deciso di lasciare l'Italia per trasferirsi in Polonia, forse nella speranza di poter rientrare a casa nelle prossime settimane., compatibilmente con l'andamento della guerra. Ma non avevano avvisato della partenza né i responsabili del centro di accoglienza, né le mediatrici culturali che vi operano.

Da Pontirolo in Polonia, ma non avevano avvisato nessuno

Sabato mattina, spiega oggi l'Amministrazione comunale in una nota, i profughi ucraini alloggiati  nel centro di accoglienza pontirolese erano stati accompagnati a Carugate, perché avevano deciso di trascorrere la giornata insieme ad un'altra famiglia di connazionali  ospiti di un centro per richiedenti asilo  della cittadina brianzola.  Una giornata in amicizia, insomma,  al termine della quale era previsto che sarebbero tornati nella Bassa. Al momento di ripartire per Pontirolo, tuttavia, la famiglia ucraina non si è presentata alla partenza del mezzo che li avrebbe riaccompagnati al "Pertini". Nessuna traccia di loro, né peraltro della famiglia di amici ospiti al centro di Carugate. E dal momento tra le sei persone "scomparse" c'erano anche tre minorenni, è comprensibilmente scattato l'allarme.

"Immediatamente sono state attivate le mediatrici culturali, al fine di capire il motivo di tale comportamento - ha spiegato il sindaco Gigliola Breviario - Solo a tarda serata siamo stati informati che il gruppo era partito per fare ritorno in Polonia". Paese dal quale i sei erano partiti, dopo aver varcato la frontiera ucraina.

Il centro Pertini resta vuoto: stop alla raccolta fondi

Resta quindi vuoto, al momento, il centro di accoglienza pontirolese allestito al "Pertini". E l'Amministrazione ha deciso contestualmente  di interrompere la raccolta fondi "pro Ucraina", che ha raggiunto al momento i 2300 euro. "L'importo rimanente, dopo aver corrisposto un'erogazione in buoni spesa una tantum per le famiglie ospitanti (altri, ndr) profughi ucraini, rimarrà a disposizione per l'emergenza Ucraina" conclude il sindaco Breviario.

Nella serata di domenica 24 aprile è arrivata conferma che tutti e sei i richiedenti asilo sono arrivati in Polonia, sani e salvi.

Nella foto in alto: il centro polivalente "Sandro Pertini" di Pontirolo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter