Menu
Cerca
I dati

Pochi tamponi? “Facciamo il massimo che il mercato ci consente”

Via ai test sierologici: "Siamo i primi in Italia". Si comincia martedì 21 aprile.

Pochi tamponi? “Facciamo il massimo che il mercato ci consente”
Cronaca Bergamo e hinterland, 14 Aprile 2020 ore 19:28

“Per primi in Italia inizieremo i test sierologici con prelievo ematico. Stiamo facendo il massimo che il mercato ci consente con i tamponi, nonostante ci sia un problema oggettivo con i reagenti. Abbiamo coinvolti tutti i laboratori per processare i tamponi che facciamo”.

Così ‘assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, sull’emergenza Covid-19 e sulle pressanti richieste di amministratori locali di potenziare lo screening della popolazione infetta, per proteggere e gestire i pazienti Covid e i loro familiari. L’assessore ha anche confermato quanto già annunciato nelle scorse ore:  il 21 aprile cominceranno i test sierologici, che consentono di verificare tramite un veloce prelievo di sangue se il soggetto ha o meno gli anticorpi immunizzanti. Si prevede, a regime, di poter testare fino a 20mila persone al giorno.

 Si parte da chi deve lavorare

“Iniziamo il 21 aprile – ha aggiunto l’assessore – partendo da coloro che devono rientrare a lavorare: gli operatori sanitari e i cittadini dopo le loro quarantene. lavoreremo su tutto il territorio. Stiamo facendo il massimo degli sforzi, il nostro test elaborato a Pavia sara’ disponibile un minuto dopo che avrà ottenuto tutte le certificazioni”

Verità sulle Rsa infette

L’assessore ha anche fatto sapere che oggi si è insediata la commissione sulle Rsa: “Vogliamo ci sia quadro indipendente e autorevole che si basa su dati scientifici e che possa raccontare cosa è realmente successo in questi mesi e se ci sono stati errori, qualche ammanco da parte dei gestori e quindi come rimediare. E indipendente e restituirà in maniera trasparente i risultati il prima possibile”.

I numeri di oggi

I numeri intanto migliorano, anche a livello provinciale. Calano i ricoverati in Terapia intensiva in Regione, a 1122 (-21 rispetto a ieri). I decessi sono stati 241 nelle ultime 24 ore. La conta totale delle morti arriva a 11mila e 142 unità.
Per quanto poco siano attendibili i dati sui contagi, si registrano al momento 61mila e 326 casi positivi, 1012 in più rispetto a ieri.

In provincia di Bergamo è salito a 10426 il numero dei positivi al Covid-19, con un aumento di “soli” 35 nuovi casi. L’incremento è sempre più basso, ogni giorno, dopo che ieri si era toccato un +82 di nuovi contagi derivante forse dal processamento di più tamponi.

 

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli