Cronaca
Senso civico

"Perché non ci pensiamo noi?". Due giovani ripuliscono la spazzatura abbandonata

Cristiano e Alice si sono rimboccati le maniche e, volontariamente, hanno raccolto l’immondizia lasciata su un terreno tra Spirano, Verdello e Pognano.

"Perché non ci pensiamo noi?". Due giovani ripuliscono la spazzatura abbandonata
Cronaca Treviglio città, 26 Gennaio 2022 ore 09:39

Per terra, tra i campi che collegano Spirano, Verdello e Pognano, c’erano pezzi di polistirolo, mascherine ormai logore, per non parlare della quantità di bottigliette di plastica o vetro nascosta tra le frasche. Loro si sono guardati negli occhi e si sono detti: "Perché non ci pensiamo noi a ripulire tutto"?. Un pensiero non comune, ispirato dall'altruismo oltre e più che dal senso civico. Così ieri, lunedì 24 gennaio,  Cristiano Morosini, 29 anni, e di Alice Pozzi, 26 anni, di Bergamo, che hanno deciso di mettersi in gioco in prima persona, per il bene della comunità.

Leggi anche - Nella Bassa "spopola" il plogging: ritrovata persino una spada

Un esempio di senso civico e di altruismo

Come riporta PrimaBergamo.it, terminato il lavoro, Cristiano e Alice si sono rimboccati le maniche e, volontariamente, hanno raccolto l’immondizia lasciata su un terreno nelle vicinanze della trattoria al Maneggio. Tre ore di pulizia, al termine delle quali hanno riempito sei sacchi neri.

"Percorro spesso questo tratto di strada perché con la mia ditta di onoranze funebri, La Bergamasca, stiamo costruendo la casa del commiato a Verdello – spiega Cristiano –. Perciò mi sono accorto della presenza di una grande quantità d’immondizia. Così, io la mia ragazza abbiamo fissato un giorno in cui raccogliere i rifiuti. Abbiamo trovato un po’ di tutto".

Un piccolo gesto, che però suona come monito a tutti gli incivili che gettano a terra i rifiuti, senza tenere da conto la tutela del territorio. "Vorremmo continuare a farlo una volta settimana – conclude il giovane -, anche in altre aree inquinate dai materiali che la gente butta dal finestrino. Speriamo anche che altri giovani ci prendano da esempio".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter