Cronaca
Disagi per i pendolari

Passanti ferroviari cancellati, a fermarli è un consumo anomalo delle ruote

I tecnici e gli ingegneri Trenord hanno individuato nel Passante Ferroviario di Milano una rotaia fortemente usurata.

Passanti ferroviari cancellati, a fermarli è un consumo anomalo delle ruote
Cronaca Treviglio città, 25 Luglio 2022 ore 09:21

A fermare un gran numero di Passanti ferroviari negli ultimi giorni è stato un consumo anomalo delle ruote dei convogli. A spiegarlo è l'assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, al termine del sopralluogo voluto da Trenord per capire l'origine del disservizio che aveva spinto anche i sindaci a scrivere all'azienda.

Passanti cancellati, colpa dell'usura dei binari

"Il mio appello non è caduto nel vuoto: oggi è stata finalmente individuata la causa dell'anomala usura delle ruote dei convogli lungo il Passante Ferroviario che in queste settimane ha causato numerosi disservizi sulla rete ferroviaria".

Con queste parole l'assessore regionale Terzi, è intervenuta in merito all’intervento di tecnici e ingegneri Trenord che hanno individuato nel Passante Ferroviario di Milano una rotaia fortemente usurata e una rilevante quantità di limatura di acciaio in un tratto in curva che testimonia un attrito anomalo fra la rotaia stessa e le ruote dei treni. Il punto in questione si trova fra le fermate di Dateo e Porta Vittoria.

In 35 convogli transitati nel Passante Ferroviario nelle ultime settimane, Trenord aveva registrato un consumo fino a 100 volte rispetto al normale, con riduzione dello spessore dei bordi di 1 millimetro ogni 1.000 km, contro l’usuale consumo di 1 millimetro ogni 80mila km. Gli interventi di ripristino delle ruote dei convogli interessati sono già iniziati presso i depositi di Milano Fiorenza e Novate Milanese.

"Senza binari sicuri non si può circolare"

"Il sopralluogo ha appurato che non si tratta di un problema di manutenzione, ma di usura dei binari - prosegue Terzi -. Ora invitiamo anche Rfi a svolgere ulteriori verifiche e a intervenire celermente per ripristinare l'infrastruttura nei tratti interessati prima che altri treni debbano finire nei depositi di Milano Fiorenza e Novate Milanese dove sono in corso interventi di ripristino delle ruote dei convogli. Abbiamo anche chiesto a Trenord di mettere in campo il più efficace servizio sostitutivo possibile per sopperire al problema. La situazione di disagio attuale è evidente e sono dispiaciuta per quanto sta accadendo, ma la mia posizione rimane sempre la stessa: senza binari sicuri i treni non possono circolare perché con la sicurezza dei viaggiatori e di tutto il personale ferroviario non si deve scherzare".

Trenord ha affidato al Politecnico di Milano l’incarico di redigere una perizia tecnica. Con i tecnici di RFI, si valuteranno gli interventi necessari.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter