Cronaca
Servizi

Nasce il punto d'ascolto della Comunità della salute per rispondere ai bisogni dei cittadini

Un numero telefonico attivo 24 ore su 24 per raccogliere e gestire i bisogni della cittadinanza dei quattro Comuni.

Nasce il punto d'ascolto della Comunità della salute per rispondere ai bisogni dei cittadini
Cronaca Media pianura, 20 Aprile 2021 ore 16:49

La Comunità della Salute, il progetto sovracomunale che coinvolge i Comuni di Ciserano, Levate, Osio Sopra e Verdellino, attiva un nuovo servizio gratuito, dedicato alla popolazione per raccogliere e gestire i bisogni di cittadine e cittadini.

Nasce il Punto d'ascolto

Da giovedì 15 aprile ha ufficialmente preso il via il Punto di Ascolto, un numero telefonico attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, interamente gestito da volontari e volontarie che, previa formazione, rispondono alle chiamate e ascoltano i bisogni, cercando di mettere in collegamento le persone con le professionalità e i servizi più indicati per ogni singolo caso.

Comunità della Salute è, infatti, un progetto nato a maggio 2020 che si pone l’obiettivo di costituire una struttura sovracomunale per sperimentare azioni e strategie sostenibili per “prendersi cura meglio e più da vicino” della salute dei cittadini. L’iniziativa è finanziata anche dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali attraverso Regione Lombardia – DG Famiglia, Solidarietà Sociale, Disabilità E Pari Opportunità, gode del patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Bergamo e di una rete di 20 partner, firmatari di un protocollo d’intesa.

Come funziona

Il Punto di Ascolto si inserisce in quest’ottica virtuosa di welfare generativo: mettere in campo una rete di volontari, cittadine e cittadini volenterosi e desiderosi di dare un proprio contributo per il benessere della comunità, formati per offrire un primo ascolto e orientamento per diversi tipi di bisogni alle persone: a quelle malate di Covid-19 o che hanno altri problemi di salute e necessitano di informazioni e supporto; a quelle che a seguito di questo periodo di grande difficoltà vivono delle situazioni di malessere psicologico; a quelle che non sanno utilizzare autonomamente gli strumenti digitali necessari per prenotare visite, videochiamare i parenti, mandare email; a quelle con bisogni pratici nella gestione della quotidianità; a quelle che cercano aiuto e non sanno da dove cominciare. Per accedere al supporto del Punto di Ascolto è sufficiente chiamare il numero 351 5544 874, una persona sarà pronta, in ogni momento della giornata, a rispondere alle richieste.

In risposta ai bisogni della comunità

Il punto d’ascolto rappresenta un primo filtro di accoglienza dei bisogni, grazie al quale lo Sportello di Prossimità, altro servizio di Comunità della Salute gestito dalla Cooperativa il Pugno Aperto, riuscirà ad essere vicino alle persone anche la notte e il fine settimana, quando i servizi socio-sanitari dei paesi sono chiusi. Perché i bisogni non vanno in vacanza. Nella speranza che questo sforzo possa rafforzare la salute di comunità e offrire un piccolo ma concreto contributo per ridurre l’affollamento dei nostri pronto soccorso.

Questo servizio è possibile grazie alla collaborazione di tutti i partner di Comunità della Salute: Sguazzi Onlus (capofila del progetto), i Comuni di Ciserano, Levate, Osio Sopra e Verdellino, AFP Patronato San Vincenzo, Cooperativa Sociale Il Pugno Aperto, Croce Bianca Milano - Sezione di Ciserano, Emergency ONG ONLUS, Centro di Servizio per il Volontariato di Bergamo, Fondazione Soleterre, ARCI – Bergamo, Maite, Solidarietà Orizzonti Sereni Onlus, La Fonte, In Strada, Gruppo Culturale Osio 2000 e gli Istituti Comprensivi di Ciserano, Osio Sopra, Levate e Verdellino.