Menu
Cerca

Morengo – Inaugurato il centro di riuso

Morengo  – Inaugurato il centro di riuso
Cronaca 28 Maggio 2017 ore 13:09

Redazione, 28 maggio 2017

Nuova vita ai rifiuti della piazzola

«Ogni oggetto riusato è un bene rinato e un rifiuto evitato». Potrebbe essere questo il motto del centro del riuso, lo slogan lanciato dall’assessore all’Urbanistica Valentina Ghidelli, durante la cerimonia d’inaugurazione del centro tenutasi lo scorso venerdì mattina.

 

All’evento hanno partecipato il presidente di Berakah, Laura Adovati, il direttore generale di G.Eco, Gian Lorenzo Spinelli, il sindaco di Covo, Andrea Cappelletti, in rappresentanza della Provincia di Bergamo, e il sindaco di Pumenengo, Mauro Barelli, oltre allo storico sindaco morenghese Agliardi.

La realizzazione del centro del riuso è venuta a costare complessivamente circa 40mila euro, sette dei quali giunti dalla Regione a fondo perduto, mentre gli altri sono stati inseriti in un mutuo già attivo.

Come ha spiegato la prima cittadina, Alessandra Ghilardi, ai bambini delle elementari giunti per l’occasione ad assistere alla cerimonia del taglio del nastro: «Riusare un oggetto significa dargli un nuova destinazione. È questa la nuova filosofia che vogliamo dare al rifiuto: qualcosa che si riutilizza non ha più un costo di smaltimento, non inquina e non ingombra più, ed avrà anche valore sociale perché sarà utile a qualcun altro».

Il sindaco ha poi ringraziato le autorità presenti, l’Ufficio Tecnico comunale e l’assessore Ghidelli, oltre ai volontari che gestiranno il servizio: Flavio, Renzo, Angelì e Giuseppe.

Parole di elogio sono state spese anche da Cappelletti, che si è voluto complimentare con l’Amministrazione: «Questa è stata un’iniziativa lodevole – ha affermato – uno di quei dati da cui si percepisce la qualità di un Comune. L’idea è quella di arrivare lentamente ma progressivamente verso il rifiuto zero». Rivolgendosi ai bambini, Cappelletti ha poi spiegato che «bisogna riutilizzare e riciclare per il nostro ambiente e per risparmiare, perché i rifiuti non spariscono magicamente, ma finiscono in discariche e inceneritori, in alcune zone dell’Italia, poi, vanno a finire nelle strade».

Al termine dei ringraziamenti è stata consegnata una targa ai volontari del Comune, come segno di stima e riconoscenza da parte dell’Amministrazione, poi, dopo il taglio del nastro i bambini hanno potuto visitare il centro. Al termine della mattinata è stato organizzato anche un gioco educativo relativo alla raccolta differenziata e al riutilizzo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli