Fontanella

Le immagini di videosorveglianza per inchiodare il pirata della strada

Proseguono a ritmo serrato le indagini per rintracciare l'automobilista che giovedì scorso a Fontanella, ha travolto e ucciso Basant Singh.

Le immagini di videosorveglianza per inchiodare il pirata della strada
Cronaca Bassa orientale, 17 Dicembre 2020 ore 16:25

Proseguono a ritmo serrato le indagini per rintracciare l'automobilista che giovedì scorso a Fontanella, ha travolto e ucciso Basant Singh.

L'arma in più per trovare chi ha ucciso Basant Singh

Le telecamere di videosorveglianza sono l'elemento chiave per catturare il pirata della strada. A disposizione dei Carabinieri ci  sono le immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza poste ai varchi di Fontanella e dal dispositivo installato al cimitero. Interventi che l'Amministrazione comunale ha portato a termine tre settimane fa. Ma al momento, dell’investitore non c’è alcuna traccia e i carabinieri stanno ancora indagando.

L'incidente e la fuga sulla strada provinciale

Il paese è ancora sotto shock per quanto avvenuto giovedì scorso, quando Basant Singh, un giovane papà di 38 anni, è stato investito e ucciso mentre stava andando al lavoro. L'incidente si era verificato lungo la Sp105, la piccola strada «bassa» che attraversa la campagna e porta dal paese a Casaletto di Sopra, nel Cremasco. Il 38enne stava raggiungendo in bicicletta la cascina dove lavorava, ma è stato falciato da un'auto poi ripartita facendo perdere le proprie tracce. Subito gli inquirenti si sono messi al lavoro per rintracciare il pirata della strada. L'unico indizio fornito dai testimoni dell’incidente è stato la marca e colore dell'auto che è scappata: una Citroen rossa.

La cerimonia di addio

«Tutti i varchi di Fontanella sono monitorati da telecamere di sicurezza - ha spiegato Mauro Brambilla, sindaco di Fontanella – Proprio tre settimane fa abbiamo ultimatogli interventi coprendo tutti gli accessi al paese. Mi auguro che le immagini riprese possano servire agli inquirenti per identificare il pirata della strada, e rendere giustizia alla vittima dell'incidente». Intanto, ieri mattina si è tenuta una breve cerimonia funebre prima della cremazione della salma dell’uomo. Nei giorni scorsi c’era stata una veglia organizzata dai parenti e dalla comunità sikh, molto numerosa nella Calciana. Singh viveva in Italia da 12 anni, ed era sposato con una connazionale. Lascia anche un bambino di 6 anni.

TORNA ALLA HOME