Dalla Primaria di Brignano

La medicina, il virus, la morte e la speranza: i bambini parlano di Covid con il dg Assembergs

Pubblichiamo alcune domande della bellissima e spontanea intervista che ne è nata.

La medicina, il virus, la morte e la speranza: i bambini parlano di Covid con il dg Assembergs
Gera d'Adda, 17 Novembre 2020 ore 16:46

Dodici domande per parlare di Covid-19 con chi affronta la battaglia ogni giorno. E’ l’intervista realizzata dagli alunni della 5A della scuola elementare di Brignano Gera d’Adda al direttore generale dell’Asst Bergamo Ovest Peter Assembergs.

I bambini parlano di Covid

I bambini della Primaria di Brignano hanno scritto al direttore dell’ospedale di Treviglio. Non solo: i bambini hanno inviato anche una lettera a medici e infermieri per ringraziarli dei sacrifici fatti finora. Pubblichiamo alcune domande della bellissima e spontanea intervista che ne è nata: uno spaccato tutt’altro che ingenuo su quello che è successo e sta succedendo ancora oggi in Lombardia.

Si parla solo di vite perse, ma quante ne avete salvate?

Da fine febbraio a metà maggio (prima ondata) abbiamo curato tutti quelli che sono venuti da noi, la maggioranza sono tornati vivi alle loro case. Altri, come dicono gli alpini “sono andati avanti” in quel paradiso che è la meta (per chi è credente) della vita, che passando per la morte risorge per sempre. Oltre 2000 sono i pazienti guariti nella prima ondata che sono tornati alle loro case.

Cosa provate nel vedere continuamente persone morire?

Un profondo dolore che non ci abbandonerà mai del tutto.

Vi capita mai di provare paura?

Certo, sia per i pazienti che per noi e le nostre famiglie. La paura ci rende più attenti, più prudenti.

Quale sarà la vostra reazione quando verrà trovato il vaccino anti Covid?

Probabilmente sarà uno dei giorni più felici della nostra vita, quando tutti saranno stati vaccinati.

Come vi siete sentiti quando è stato diagnosticato il primo caso di coronavirus nel vostro ospedale?

Eravamo pronti, in allarme da qualche giorno. Abbiamo detto: “ci siamo”. Abbiamo iniziato in fretta le procedure e siamo entrati in una specie di strano tunnel da cui siamo usciti a metà maggio.

Leggi l’intervista completa sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì 20 novembre.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia