Menu
Cerca
Bollettino

Il vescovo Napolioni ricoverato a Cremona: “Condizioni stabili”

Il vescovo di Cremona si trova ricoverato da venerdì con sintomi riconducibili a Covid-19, ma manca ancora l'esito del tampone.

Il vescovo Napolioni ricoverato a Cremona: “Condizioni stabili”
Cronaca Cremasco, 09 Marzo 2020 ore 17:18

Le condizioni di salute del vescovo di Cremona Antonio Napolioni sono stabili. Lo comunica lo staff dell’Unità Operativa di Pneumologia dell’Ospedale di Cremona, dove il Vescovo è ricoverato dal pomeriggio di venerdì con sintomi polmonari riconducibili al Covid-19 (diagnosi non ancora confermata, in attesa degli esiti del test da tampone).

Vescovo ricoverato, è stabile

Monsignor Napolioni tollera bene le terapie cui è sottoposto secondo i protocolli seguiti dallo staff guidato dal dottor Giancarlo Bosio che prevedono la somministrazione di ossigeno e farmaci antivirali.

“Siamo colpiti – ha aggiunto in un commento il primario responsabile dell’Unità Operativa – dall’umore positivo di monsignor Napolioni e dal suo spirito collaborativo che contribuisce a dare coraggio a tutti gli operatori così provati da questa difficile situazione”.

E con questo spirito positivo lo stesso vescovo Napolioni, dalla stanza del reparto in cui è ricoverato ha voluto condividere un pensiero rivolto a monsignor Mario Cavalleri, deceduto questa mattina all’età di 104 anni presso la casa di riposo della Fondazione “La Pace”.

“Esprimo il ricordo della mia ammirazione e la preghiera per l’anima bella, evangelicamente inquieta e sempre missionaria di don Cavalleri – ha comunicato il Vescovo -. Interceda ora per noi, chiese e popoli che ha amato».

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli