Calvenzano

Il parroco va in Consiglio comunale a consegnare le mattonelle

A gennaio il Comune di Calvenzano aveva deliberato un'offerta di mille euro per sostenere i costi di restauro del Santuario di Treviglio.

Il parroco va in Consiglio comunale a consegnare le mattonelle
Cronaca Gera d'Adda, 29 Dicembre 2020 ore 16:57

Il parroco di Treviglio don Norberto Donghi è intervenuto ieri, lunedì 28 dicembre, in Consiglio comunale a Calvenzano per consegnare di persona le “mattonelle” in plexiglass realizzate per la raccolta fondi per i restauri del Santuario della Madonna delle Lacrime.

Il parroco di Treviglio va in Consiglio comunale

La seduta di Consiglio comunale ieri, lunedì, a Calvenzano ha avuto un prologo ufficiale. La consegna da parte del parroco di Treviglio, don Norberto Donghi, nelle mani del sindaco Fabio Ferla delle due “mattonelle” in plexiglass che la parrocchia cittadina aveva realizzato come dono a chi avesse preso parte con un contributo alle spese di restauro del Santuario della Madonna delle Lacrime. La cerimonia ufficiale di consegna al Comune di Calvenzano – che aveva aderito alla raccolta fondi, primo tra i Comuni della Bassa, con mille euro – è slittata diverse volte, causa restrizioni per la pandemia da Covid-19, ma alla fine si è tenuta, nonostante la neve rendesse difficoltosa la circolazione stradale.

La soddisfazione del sindaco Ferla

“Il nostro è stato un contributo al recupero di un patrimonio artistico, culturale e di fede che non è solo di Treviglio, ma è di tutta la comunità del territorio – ha spiegato il sindaco Fabio Ferla, ringraziando don Norberto per essere intervenuto in Consiglio comunale -. Mi ha fatto piacere che monsignor Donghi abbia deciso di venire, in una sede istituzionale a portarci le “mattonelle”, dando ufficialità alla nostra donazione che ha fatto da volano alla raccolta fondi. Lo stesso don Norberto lo ha sottolineato, ringraziando i calvenzanesi per il gesto compiuto. Tanti nostri concittadini, ricordo, sono devoti alla Madonna delle Lacrime”. Le mattonelle sono state apprezzate dai consiglieri comunali e dal primo cittadino. “Si tratta di un bel cubo di plexiglass di 15 centimetri per 22, a ricordare il 1522 che è l’anno del Miracolo, spesso 5 centimetri – ha concluso Ferla -. Al suo interno c’è l’effigie della Madonna delle Lacrime con una piccola planimetria del Santuario e ha una serigrafia personalizzata con la dedica al Comune di Calvenzano per il gesto di devozione fatto per sostenere i restauri della chiesa”.

TORNA ALLA HOME

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità