Menu
Cerca
Treviglio

Il Cerchio magico “diploma” i suoi bambini (e il sindaco) VIDEO FOTO

Un diploma per riallacciare un filo spezzato a causa del lockdown.

Cronaca Treviglio città, 12 Giugno 2020 ore 17:56

Ce lo diciamo poco, perché in fondo loro sono quelli che hanno protestato meno di tutti. Eppure  anche i bambini più piccoli hanno sofferto tantissimo, in questi mesi chiusi in casa, dopo essere stati strappati da un giorno all’altro – per ovvie e comprensibili ragioni, certo – a una quotidianità fatta di affetti e relazioni che non si esauriscono tra le quattro mura di casa. Le relazioni delle scuole dell’infanzia: palestre di vita il cui percorso si è bruscamente interrotto, senza nemmeno un “ciao” alle maestre e agli amici.

Un diploma per 25 “remigini” del Cerchio magico

Anche per questo le insegnanti del “Cerchio Magico” di Treviglio, in questi giorni, hanno deciso di riallacciare quel filo spezzato, almeno per un momento. E sono andate a trovare a casa, uno per uno, i loro piccoli alunni che l’anno prossimo andranno in prima elementare, consegnando loro un “diploma” e un cappellino. Il furgone colorato della scuola ha percorso le strade di Treviglio  in lungo e in largo e probabilmente l’avrete notato, bardato di palloncini e cartelloni. Ecco com’è andata.

Una mascherina per il sindaco

Ma non è tutto. Tra i “remigini” premiati ce n’era anche uno un po’ più cresciutello degli altri: il sindaco Juri Imeri, cui le insegnanti del Cerchio magico e della scuola dell’infanzia “Marta” hanno anche regalato una mascherina, a Castel Cerreto.

I bambini e il prezzo dell’isolamento

“In un momento triste e complicato come quello in cui stiamo vivendo i bambini stanno pagando caro il prezzo dell’isolamento – ha raccontato una mamma, Melissa Valtulini – E’ ancora ad oggi molto difficile accorciare le distanze che li separano e spesso la priorità educativa soccombe sotto la paura del contagio e le normative da rispettare. Questa iniziativa del Cerchio Magico è un esempio vincente di come con creatività e professionalità la scuola sia riuscita a mantenere la sua presenza e il suo ruolo. Tenendo fede al momento cruciale di passaggio dall’infanzia alla primaria, questa scuola, ci ha ricordato che è fatta di persone, di maestre speciali, che possono fare la differenza. Un viaggio simbolico che attraversa la città , ha portato la scuola a casa dei bambini, ha ricordato alla comunità che la scuola esiste ancora, che non è solo dietro ad uno schermo. E potrà tornare ad esistere più bella e più forte di prima”.

“Questo gesto è stato importantissimo per i nostri bimbi perché hanno potuto vedere che voi maestre non li avete abbandonati,nonostante la didattica a distanza e la pandemia. È stato veramente emozionante per le mie bimbe” ha aggiunto un’altra mamma, Silvia Leoncini.

Leggi anche: “Grazie dottori”: i bambini del Cerchio magico e la lotta contro Covid-19 VIDEO

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli