Menu
Cerca
Associazioni

Il 5xmille ai Comuni: “Una scelta che penalizza il Terzo settore”

Giuseppe Strepparola chiede ai Comuni di rivedere le proprie richieste affinché il 5xmille giunga alle associazioni che, soprattutto in questi mesi, hanno dato tanto alle comunità.

Il 5xmille ai Comuni: “Una scelta che penalizza il Terzo settore”
Cronaca Treviglio città, 07 Maggio 2020 ore 17:24

Il 5xmille ai Comuni: “Una scelta che penalizza il Terzo settore”. A sostenerlo è Giuseppe Strepparola operatore del Terzo Settore di Rivolta d’Adda che ha voluto esprimere qualche perplessità dopo aver letto l’articolo, pubblicato da Prima Treviglio, nel quale era contenuto l’appello del sindaco di Treviglio Juri Imeri per chiedere ai cittadini di destinare il 5 per mille al Comune.

Il 5xmille ai Comuni penalizza il Terzo settore

“Gli argomenti sostenuti mi inducono, ancora una volta, a sollevare il problema del 5 per mille ai Comuni che ne facciano domanda. Richiesta naturalmente legittima ma, a mio avviso, inopportuna – commenta  Strepparola – Una simile scelta penalizza fortemente le associazioni del Terzo Settore che prestano la loro insostituibile opera nel campo volontariato di tutte le comunità del territorio. Sappiamo che spesso i loro interventi sopperiscono alle eventuali carenze in ambito culturale e sociale delle amministrazioni comunali probabilmente anche a Treviglio”.

Il contributo fondamentale del Terzo settore

“L’emergenza e la crisi di questi mesi a causa della diffusione del Coronavirus hanno dimostrato, se mai ce ne fosse stato bisogno, quanto sia importante il ruolo Terzo Settore e il contributo che tutte le associazioni potranno dare per superare il momento difficile che il nostro Paese sta vivendo – prosegue – Mi auguro che i Comuni riflettano sulla scelta di chiedere per sé il contributo del 5 per mille e si facciano invece promotori affinché tali risorse sia destinate agli Enti del Terzo Settore per favorire l’organizzazione di tutte quelle attività e quelle iniziative utili, per non dire necessarie, per i cittadini sia in questa situazione problematica sia in futuro”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli