Menu
Cerca
Sociale

A Treviglio il 5×1000 al Comune per la campagna “Aiutiamoci ad aiutare”

Donazioni in aumento: +13% sull'anno precedente. Nelle casse del Comune sono entrati 15mila euro.

A Treviglio il 5×1000 al Comune per la campagna “Aiutiamoci ad aiutare”
Cronaca Treviglio città, 04 Maggio 2020 ore 15:00

Le conseguenze socio-economiche del Covid-19 iniziano a farsi sentire con forza soprattutto per quelle fasce di popolazione già in difficoltà prima dell’emergenza sanitaria. In un simile contesto, l’edizione 2020 della campagna: Il Tuo Comune sei Tu “Aiutiamoci ad aiutare” 5×1000 al Tuo Comune, è stata riformulata per rispondere meglio all’attuale emergenza e venire incontro alle esigenze di una parte, non indifferente, della nostra Comunità, sostenendo finanziariamente, senza alcun aggravio, il lavoro che l’Amministrazione comunale di Treviglio ha messo in campo.

Aiutiamo ad aiutare: dona il 5×1000 al Comune

I contribuenti trevigliesi potranno, in fase di compilazione, presentazione presso i CAF, invio della Precompilata dal sito dell’Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi per l’anno 2019, tramite i modelli 730/2020 o Redditi Persone fisiche 2020 (ex Unico), destinare il 5×1000 della loro imposta sul reddito delle persone fisiche al Comune di residenza per attività sociali, senza alcun costo.

Anche i contribuenti che non presentano la dichiarazione dei redditi, possono scegliere di destinare il 5×1000 dell’Irpef, utilizzando l’apposita scheda allegata allo schema di Certificazione Unica 2020, consegnandola a un CAF in busta chiusa.

È richiesto solo un piccolo impegno al momento della compilazione o l’invio dei modelli di dichiarazione dei redditi che consiste nell’apporre la firma nell’apposito
riquadro o indicare nella dichiarazione Precompilata: “sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza”.

Donazioni in aumento: +13% sull’anno precedente

“In questi giorni sono pervenuti euro 15.625,35 per le 390 scelte effettuate dai nostri cittadini nella dichiarazione dei redditi per l’anno 2018 a favore delle finalità sociali del nostro Comune, in crescita del 13.19% rispetto all’anno precedente e, immediatamente utilizzate dai Servizi Sociali per i consolidati buoni spesa rivolti a famiglie con fragilità economica – ha commentato il sindaco di Treviglio Juri Imeri – In questa delicata fase di emergenza, il Comune di Treviglio è impegnato in numerose iniziative a sostegno delle fragilità dei nostri concittadini, utilizzando notevoli risorse finanziarie proprie e della Regione Lombardia. La collaborazione dei cittadini, sarà quella di destinare il 5×1000 al proprio Comune di residenza, che lo utilizzerà per tutte le iniziative dei Servizi Sociali rivolte ai più deboli e alle nuove povertà generate dalla pandemia di Covid-19″.

L’Amministrazione s’impegna a rendicontare come le risorse, che deriveranno dal 5×1000 dell’Irpef dei propri cittadini saranno spese in ambito sociale.

Le opportunità

È utile ricordare che il 5×1000, 8×1000 e 2×1000 (da destinare ai partiti politici) sono tutte percentuali dell’IRPEF che il contribuente ha la possibilità di destinare ed
è importante sapere che non si escludono; possono essere tutte espresse, senza determinare maggiori costi al contribuente.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli