Fornovo

Furto in ecostazione, le telecamere incastrano il responsabile

Nal mirino materiale elettrico ed elettronico, probabilmente, da rivendere al mercato nero. Arrestato dai carabinieri.

Furto in ecostazione, le telecamere incastrano il responsabile
Cronaca Gera d'Adda, 01 Agosto 2021 ore 11:49

Ennesimo furto in ecostazione a Fornovo. E' successo mercoledì, in serata, ma l'intervento tempestivo di una pattuglia dei carabinieri e le telecamere di videosorveglianza comunale hanno permesso di incastrare il responsabile.

Furto in ecostazione di materiale elettrico ed elettronico

Un taglio nella rete di recinzione per aprirsi il varco verso i cassoni dei rifiuti. A caccia di materiale elettrico ed elettronico da portarsi via, probabilmente per rivendere i pezzi al mercato nero. E’ la trama dell’ennesimo furto in una piazzola ecologica, avvenuto mercoledì nel tardo pomeriggio al centro di raccolta rifiuti di via Marconi a Fornovo. Il ladro, però, non ha fatto molta strada perché i carabinieri, allertati da qualcuno che deve aver notato strani movimenti a quell’ora nella piazzola ecologica, sono riusciti a fermare il sospetto e, grazie alla visione delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza comunale installate nella zona, ad identificarlo con esattezza come l’autore del furto. Tutto è accaduto intorno alle 19, mercoledì, alla piazzola ecologica di Fornovo, presa di mira diverse volte nel corso degli anni con «intrusioni» per prelevare biciclette, frigoriferi e attrezzature elettroniche, ma anche pentole in alluminio e batterie d’auto esauste.

Tanti i precedenti ma le telecamere funzionano

Nella primavera del 2018 a finire in manette, colti in flagrante a rubare nella piazzola ecologica, sono stati tre romeni che si erano introdotti aprendosi un varco nella rete metallica di recinzione. E così ha fatto anche il ladro, mercoledì, pensando di non venir notato da nessuno. "Si è introdotto nella nostra piazzola ecologica a caccia di oggetti di elettronica ed elettrodomestici - ha spiegato il vicesindaco Fabio Carminati -. Tra questi un ventilatore, una televisione, un tostapane e motori di frigoriferi, probabilmente per recuperarne pezzi da rivendere. Qualcuno però in zona deve essersi accorto di movimenti sospetti all’interno della piazzola a quell’ora e ha dato l’allarme. Una pattuglia dei carabinieri è prontamente intervenuta in paese fermando un sospetto".
Decisive, per incastrare il ladruncolo, le immagini del sistema comunale di videosorveglianza. "Ho ricevuto la chiamata del luogotenente Tonino Toniolo, comandante della Stazione dei carabinieri di Caravaggio, che ci chiedeva di poter visionare le immagini registrate dalle nostre telecamere - ha concluso il vicesindaco Carminati - che sono risultate decisive per incastrare il responsabile del furto".