Razzia alla piazzola ecologica, arrestati tre romeni pregiudicati

Furti in piazzola ecologica, arrestati tre romeni in flagranza di reato. I tre, un uomo e due donne di età compresa tra i 20 e i 25 anni, sono stati sorpresi dai Carabinieri di Caravaggio mentre rubavano batterie esauste e oggetti vari - tra cui una bicicletta e un televisore - dalla discarica comunale.

Razzia alla piazzola ecologica, arrestati tre romeni pregiudicati
Treviglio città, 08 Aprile 2018 ore 09:51

Rubavano batterie esauste e oggetti di ogni tipo, tra cui una bici e un televisore, dalla discarica comunale di Fornovo. Arrestati tre pregiudicati romeni.

L'intervento delle forze dell'ordine

Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Treviglio sono intervenuti a Fornovo San Giovanni, dove hanno arrestato tre pregiudicati di origine romena. I militari della stazione di Caravaggio, allertati da una segnalazione che riferiva di movimenti sospetti nella zona della piazzola ecologica comunale, sono intervenuti cogliendo i tre, un uomo (25 anni) e due donne (20 e  25 anni), con le mani nel sacco. I ladri sono stati arrestati, e due di loro risultavano avere precedenti specifici in furto.

I danni alla piazzola e la refurtiva

I tre malviventi hanno danneggiato in più punti la recinzione della piazzola ecologica per potervi accedere. Già in passato il sito era stato oggetto di furti, per cui gli inquirenti hanno arrestato i ladri in flagranza di reato con l'accusa di furto pluriaggravato in concorso. Vicino alla discarica i Carabinieri hanno poi trovato il mezzo a bordo del quale il trio avrebbe voluto caricare la refurtiva, un'autovettura gravata da un provvedimento amministrativo per altra causa. Prima dell'intervento delle forze dell'ordine, i ladri della discarica avevano già sottratto alla piazzola ecologica delle batterie esauste, una bicicletta sportiva e vari accessori, tra cui un televisore, per un valore complessivo di qualche centinaio di euro.

Il processo per direttissima

Su disposizione del PM di turno, i tre romeni verranno sottoposti a un'udienza di convalida per direttissima lunedì mattina presso il tribunale di Bergamo. Nel frattempo nei loro confronti sono stati disposti gli arresti domiciliari nelle rispettive abitazioni a Romano.
Sempre nella serata di ieri sono giunti i complimenti del sindaco di Fornovo, Gian Carlo Piana, nei confronti dei Carabinieri per l'efficace intervento. Nella sua veste istituzionale il primo cittadino ha inoltre formalizzato la denuncia per quanto accaduto.