Pedrengo

Ex professore ucciso nella notte: arrestata la cugina

L'allarme al 118 per un malore. Ma i medici di Areu hanno riscontrato le ferite mortali.

Ex professore ucciso nella notte: arrestata la cugina
Cronaca Bergamo e hinterland, 21 Dicembre 2020 ore 14:37

Una donna di 51 anni di Pedrengo è stata arrestata questa notte a Pedrengo, con l'accusa di aver ucciso il cugino 73enne nella sua casa, dopo una lite. L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una violenta lite tra i due, ancora da chiarire l'esatta dinamica dei fatti e il movente del delitto.

Ex professore ucciso a martellate

L'allarme è scattato questa notte, quando i carabinieri della Tenenza di Seriate sono intervenuti su richiesta del 118 in un'abitazione privata del paese. Poco prima, attorno alle 23.30, un equipaggio del servizio sanitario d'emergenza era infatti intervenuta sul posto dopo aver ricevuto una richiesta di aiuto per un uomo colto da malore. Arrivati nell'abitazione, i medici non avevano potuto che constatare la morte del'anziano, ma non per cause naturali. Bensì per le conseguenze di diversi violenti colpi inferti con oggetto contundente, forse un martello.

L'uomo, ex professore in pensione originario di Bergamo, viveva con la cugina. L'aggressione e il colpo fatale sarebbero arrivati al termine di una lite per motivi familiari. Le indagini sono ancora in corso.

TORNA ALLA HOME