Cronaca

Dossi di via Brembate, seconda diffida della Provincia al Comune di Canonica

Il sindaco attacca i funzionari e annuncia un ricorso al Giudice di pace.

Dossi di via Brembate, seconda diffida della Provincia al Comune di Canonica
Cronaca Gera d'Adda, 27 Aprile 2020 ore 09:47

Dossi di via Brembate, nuovo capitolo: la Provincia diffida nuovamente il Comune di Canonica a rimuoverli a sue spese e a pagare le multe.

Dossi di via Brembate, la Provincia intima la rimozione

Dopo le ordinanze ingiuntive del prefetto, che ha confermato i verbali della Provincia, quest'ultima ha inoltrato all'Amministrazione una seconda diffida. L’Ente intima all’Amministrazione di «rimuovere tutti i dossi realizzati lungo la Sp 143 privi di alcuna autorizzazione o nulla osta provinciale a propria cura e spese entro 15 giorni dal ricevimento della presente». In caso contrario si muoverà addebitando al Comune le spese.
«Decorso inutilmente il termine questa Provincia si attiverà sanzionando l’illecito e a rimuovere con proprio personale o tramite impresa autorizzata i dossi - si conclude nella missiva - saranno addebitate al trasgressore le spese di rimozione e smaltimento di quanto realizzato e la segnaletica verticale di preavviso posizionata sarà rimossa e custodita nel magazzino provinciale. Questa Amministrazione si ritiene sollevata da ogni responsabilità per eventuali danni che possano derivare a persone o a cose in conseguenza di quanto segnalato».

Il sindaco attacca i funzionari e annuncia ricorso

Tutt'altro che disposto a fare marcia indietro, il sindaco Gianmaria Cerea ha scritto al presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli attaccando i funzionari e annunciando un ricorso al Giudice di pace.

«L’ente da me presieduto opporrà un nuovo ricorso al Giudice di pace - afferma - e proseguirà altresì nella verifica di tutte le responsabilità civili e penali in capo ai funzionari».

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola venerdì primo maggio.

TORNA ALLA HOME