Femminicidio

Da Cremona al Portogallo per uccidere la ex

Era accampato in camper da sei mesi sulla costa atlantica.

Da Cremona al Portogallo per uccidere la  ex
Cronaca Cremasco, 29 Novembre 2020 ore 11:36

Un viaggio da Cremona fino al Portogallo per uccidere la sua ex: Roberto Arcari, 64 anni, lunedì notte le ha sparato un colpo alla testa e poi si è tolto la vita. Ne dà notizia PrimaCremona.it

Leggi anche: La Bassa dice no alla violenza di genere

Da Cremona al Portogallo per uccidere  la ex

L’ennesimo femminicidio, l’ennesima storia in cui l’amore c’entra poco e c’entra invece, molto, il possesso e la prevaricazione. Roberto Arcari, 64 anni, residente a Cremona ma originario di Cingia de’ Botti, non voleva proprio saperne di accettare la fine della relazione con Nadiya, 40 anni, la sua ex che da ormai diversi mesi lo aveva lasciato ed era andata a vivere in Portogallo, a Peniche.

 

Il “colloquio chiarificatore” e il femminicidio

Secondo la ricostruzione effettuata dalla Polizia Giudiziaria portoghese, il 64enne si trovava nella cittadina portoghese già da sei mesi per rintracciarla e convincerla a tornare in Italia con lui. La donna però, nel frattempo, si era rifatta un’altra vita e si era sposata con un altro uomo. In questi sei mesi Arcari e Nadiya si erano  visti altre volte ma lei aveva sempre confermato di non voler tornare con lui.  E allora, ecco la decisione agghiacciante, lucida e spietata. Nell’ultimo appuntamento, l’ennesimo “colloquio chiarificatore”, le ha sparato con un colpo di pistola alla testa. Poi  si è suicidato con la stessa arma.
Lui è morto all’istante, mentre lei ha tentato di chiedere aiuto. E’ stato un passante ad accorgersi di quanto era successo a bordo del camper parcheggiato nei pressi della spiaggia di Peniche, notando del sangue sulla porta del mezzo. Ha allertato i soccorsi, la donna, non c’è stato nulla da fare.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità