I numeri

Covid-19, a Treviglio e Romano aumentano di nuovo i ricoverati. Ats: "Attenzione alle varianti"

Dopo diverse settimane di dati sostanzialmente stabili, c'è una lieve risalita

Covid-19, a Treviglio e Romano aumentano di nuovo i ricoverati. Ats: "Attenzione alle varianti"
Cronaca Treviglio città, 12 Febbraio 2021 ore 15:42

Aumentano i ricoverati per Covid-19 negli ospedali della Bassa bergamasca. A Treviglio e Romano, negli ultimi giorni la curva è il lieve risalita, dopo diverse settimane di dati sostanzialmente stabili.

I numeri dei ricoveri per Covid-19 a Treviglio

I numeri, va detto, sono molto lontani da quelli di novembre (nel pieno della seconda ondata) e tantopiù da quelli di questa primavera, ma si nota una risalita di circa dieci unità, sul totale dei pazienti dei due reparti Covid dell'ospedale di Treviglio-Caravaggio e del Santissima Trinità di Romano. A oggi, 12 febbraio 2021, sono complessivamente 61, contro i 38 di settimana scorsa. Nel dettaglio, a Romano i posti occupati sono 22 e a Treviglio 39. Il dato più basso da novembre si era registrato il 27 gennaio, con 34 ricoverati totali, nei due ospedali dell'Asst Bergamo Ovest.

Passa il mouse sull'infografica per consultare il numero dei ricoveri nella Bassa negli ultimi mesi.

Ats: occhio alle varianti. Il caso Trescore

Sul fronte dei contagi,  aumentano del resto anche i nuovi casi di Covid-19 diagnosticati in provincia di Bergamo (QUI i dati Comune per Comune). Nella Bassa, preoccupa in particolare il focolaio di Arcene-Pognano, in seguito al quale è stata disposta la chiusura delle scuole medie e di due sezioni delle elementari. Per Ats, dietro l'aumento c'è anche la sempre maggiore diffusione di casi di variante inglese, che come noto è più contagiosa - anche se non più grave - della "versione" di Coronavirus che abbiamo conosciuto sinora. Ne è un esempio il focolaio di Trescore Balneario, dove i nuovi casi sono insorti in particolare tra giovani. I nuovi positivi rintracciati dal contact tracing hanno infatti un'età media molto bassa e il virus potrebbe aver circolato a causa di interazioni sociali imprudenti tra adolescenti.

Mercoledì Ats aveva parlato di un focolaio familiare di variante inglese del Covid a Trescore Balneario. A ieri, giovedì, si contavano 15 casi.  Il focolaio ha coinvolto direttamente il liceo Federici di Trescore: uno dei 15 contagiati frequenta la quarta dell’istituto, che conta 1.400 studenti.

"Alla luce dei dati disponibili, a seguito di un progressivo aumento dei soggetti positivi per Coronavirus registrato nelle ultime settimane, ATS Bergamo invita a mantenere alta l’attenzione adottando in modo scrupoloso tutti i comportamenti che permettono di contenere il rischio di contagio, a partire dall’uso delle mascherine e dal distanziamento sociale - spiega l'Agenzia per la tutela della salute di Bergamo in una nota - Questa strategia è fra le più efficaci per contenere la diffusione del virus, anche per quanto riguarda le varianti difettive (inglese, brasiliana, sudafricana). Nonostante esse siano più contagiose, non si osservano andamenti clinici maggiormente critici rispetto alla sindrome Covid19 conosciuta.   L’obiettivo di ridurre l’esposizione al contagio rimane l’arma più importante per la tutela della salute della popolazione.  La situazione osservata nel territorio di Trescore Balneario. è significativa di quanto sopra descritto. L’età media dei soggetti individuati dal contact tracing effettuato dagli operatori di ATS Bergamo è risultata molto bassa, evidenziando una complessa rete di rapporti sociali e momenti espositivi tipici della giovane età. A fronte di alcune centinaia di persone sottoposte a tampone molecolare, si è riscontrata una positività inferiore al 10%. Anche se questi dati possono risultare confortanti, ora più che mai non è il momento di abbassare la guardia".

TORNA ALLA HOME