Cronaca
bilancio

Bilancio di Ghisalba, prosegue il risanamento: chiuso in positivo

L’Amministrazione chiude il Bilancio consuntivo con un risultato di competenza dell’esercizio positivo

Bilancio di Ghisalba, prosegue il risanamento: chiuso in positivo
Cronaca Media pianura, 06 Agosto 2022 ore 13:17

L’Amministrazione chiude il Bilancio consuntivo con un risultato di competenza dell’esercizio positivo, così come sono positivi gli equilibri di Bilancio complessivi ed i dati economici hanno certificato la capacità del Bilancio di finanziare tutte le risorse che vanno accantonate e vincolate in sede di rendiconto.

E’ quanto emerso nell’ultima seduta di Consiglio comunale.

Il commento del sindaco

"Il 2020 e il 2021 sono stati anni difficili a causa della pandemia, ove il Bilancio comunale ha risentito dei mancati introiti – ha spiegato il primo cittadino Gianluigi Conti –  Nonostante la riduzione di alcune voci in entrata ed i contributi dello stato non siano sufficienti a coprire quest’ultime, l’Amministrazione è riuscita comunque a salvaguardare tutti i servizi al cittadino incrementando altresì, a livello di Bilancio, le risorse per il settore sociale. Il patrimonio è stato incrementato con le spese in  conto capitale che sono state realizzate e gli investimenti si sono focalizzati sulla manutenzione del patrimonio di cui il comune dispone, dall’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica alla manutenzione straordinaria delle strade, ai lavori per la messa in sicurezza e adeguamento di bagni, spogliatoi, locali di servizio e palestra della scuola secondaria di primo grado, alla sostituzione dell’impianto di climatizzazione della biblioteca comunale, alla sostituzione dei fari che illuminano il campo di calcio in sabbia con nuovi corpi illuminanti a Led, al completamento dei lavori di efficientamento energetico della centrale termica a servizio sia della scuola primaria che del centro sportivo".

Investimenti

Non sono mancati comunque i trasferimenti statali.

"I trasferimenti legati all’emergenza sanitaria ed erogati dall’erario nel 2021 sono stati impiegati per il fondo di solidarietà alimentare, per la concessione di riduzioni Tari alle attività economiche e per l’esenzione del canone mercatale, per i centri estivi Cre e per le funzioni fondamentali dell’ente – ha aggiunto Conti –  L’indebitamento si attesta attorno al 2,84% calcolato sul totale dei primi tre titoli delle entrate, ma questo è un dato volatile, va da sé che maggiore è l’entrata minore è la percentuale di indebitamento. La spesa corrente si è mantenuta più o meno ai livelli dell’esercizio 2020, ovviamente è stata oggetto di risparmio su alcuni capitoli ed incremento su altri. Non sussistono garanzie prestate a favore di organismi ed enti partecipati dal Comune, non vi è stato utilizzo di anticipazione di liquidità, non sono in essere contratti di locazione finanziaria e non sussistono debiti fuori bilancio. Pertanto, nonostante due anni di pandemia e un passato che non prometteva nulla di buono con un disequilibrio tra entrate e spese che ora non voglio neppure nominare, l’Amministrazione non ha ridotto il livello e la qualità dei servizi resi al cittadino, di quelli relativi all’istruzione e al servizio di assistenza per gli alunni disabili".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter