Menu
Cerca

Bagnolo Cremasco – Ubriaca e senza patente tenta di gettarsi sotto le auto, salvata – TreviglioTV

Bagnolo Cremasco – Ubriaca e senza patente tenta di gettarsi sotto le auto, salvata – TreviglioTV
Cronaca 31 Marzo 2017 ore 10:50

La donna, alterata dai fumi dell’alcol, è stata trattenuta dai carabinieri dal compiere un insano gesto

 Redazione, 31 marzo 2017

Bagnolo Cremasco – Verso le ore 2.45 i carabinieri della stazione locale, durante un servizio teso a contrastare i furti, mentre si trovavano lungo la Paullese hanno notato un’utilitaria ferma in una piazzola e una coppia che discuteva animatamente. A quel punto i militari si sono avvicinati per verificare cosa stesse accadendo, constatando che si trattava di due 30 enni cremaschi che stavano litigando palesemente alterati dai fumi dell’alcool. Il tratto di strada era particolarmente pericoloso perché in curva e scarsamente illuminato, e i due non accennavano a calmarsi nonostante la presenza dei carabinieri, così per capire se la conducente fosse in grado di guidare, le hanno richiesto di sottoporsi all’alcool test: dopo un primo rifiuto la donna ha accettato ed è risultata positiva oltre il limite di 1,5 g/l. I militari hanno allora richiesto la patente di guida ma la 30enne ha risposto che non l’aveva mai conseguita e, visto che le cose si stavano mettendo male, ha dato in escandescenze inscenando vari tentativi di autolesionismo, provando addirittura a buttarsi sotto le auto e i camion che nel frattempo transitavano a forte velocità sulla strada. In più di una circostanza, solo grazie all’intervento dei due carabinieri, la donna è stata trattenuta dal compiere un insano gesto, e uno dei due cercando di contenerla è caduto procurandosi una contusione a un ginocchio. Dopo l’ennesimo tentativo di suicidio, i carabinieri hanno però fatto intervenire il servizio 118 che l’ha accompagnata all’ospedale di Crema dove è stata ricoverata per turbe psichiche. Per lei è scattata la denuncia per guida sotto l’influenza di sostanze alcooliche e anche quella per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, avendo offeso e minacciato ripetutamente i due militari. L’auto ferma in piazzola è stata in seguito recuperata dal soccorso stradale poiché il fidanzato della cremasca era anche lui in condizioni psicofisiche alterate.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli