Bagno nella fontana a Ciserano, ma il sindaco "smonta" gli indignati

Bagno nella fontana a Ciserano, ma il sindaco "smonta" gli indignati
Cronaca Treviglio città, 18 Agosto 2018 ore 15:36

Il caldo delle ultime settimane è stato implacabile. E così a Ciserano un gruppo di ragazzi ha sperimentato un insolito metodo anti afa, non senza indignare qualche benpensante. Per trovare refrigerio dalla canicola estiva infatti i giovani ciseranesi, italiani e stranieri, hanno deciso di andare a fare un bagno nella fontana della piazza.

Bagno nella fontana

Armati di costume da bagno i ragazzi hanno pensato bene di buttarsi nei pochi e non troppo puliti centimetri di acqua della vasca. Uno spettacolo notato, e filmato, da un ciseranese indignato. Ma se il sindaco di Treviglio Juri Imeri ha stilato un apposito regolamento e sguinzagliato gli agenti di Polizia locale per evitare che a qualcuno possa venire in mente di bagnarsi in costume nella fontana della nuovissima piazza Setti il primo cittadino di Ciserano Enea Bagini ha accolto la notizia con molta più calma e pacatezza.

Il sindaco: "Non è un problema"

«Non mi sembra un problema così grave - ha spiegato - ci lamentiamo sempre che i nostri ragazzi non giocano più per le strade e poi quando li vediamo nelle piazze ci indignamo. Se fossero stati adulti sicuramente saremmo intervenuti ma trattandosi di ragazzi preferiamo lasciar correre e tollerare qualche bagno. D’altra parte è un “problema” che sussiste solo pochi giorni all’anno. Quando arriverà il 10 settembre e riapriranno le scuole non succederà più. Abbiamo deciso di tenere la linea della tolleranza. Utilizzare a questo scopo gli agenti della Polizia locale mi sembrerebbe un inutile spreco di personale e risorse. Non ci sarà nessun intervento repressivo».

TORNA ALLA HOME