Cronaca
La campagna

Flop di Regione sulle prenotazioni, ma oggi si riparte a spron battuto al PalaSpirà

A Spirano intanto stamattina sono cominciate le vaccinazioni per gli over80.

Flop di Regione sulle prenotazioni, ma oggi si riparte a spron battuto al PalaSpirà
Cronaca Media pianura, 24 Febbraio 2021 ore 07:06

Ieri mattina, martedì 23 febbraio, sono  cominciate le vaccinazioni al PalaSpirà di Spirano, per gli over80 della zona. I primi ad essere sottoposti all'iniezione sono stati i più anziani. Tutto si è svolto in modo ordinato, con il supporto degli Alpini del paese che stanno curando l'aspetto logistico "esterno": il parcheggio, e l'accompagnamento dei vaccinandi insieme ai loro parenti accompagnatori all'interno della nuova struttura. Sul posto era presente stamani anche il dg Assembergs e il direttore sociosanitario dell'Asst Bergamo Ovest Andrea Ghedi. Con loro il consigliere regionale  Giovanni Malanchini.

6 foto Sfoglia la gallery

Il sistema regionale fa flop

La partenza non è stata delle più esaltanti, in termini di numeri. Sono arrivate infatti un centinaio di persone, contro le circa 600 previste "a regime". Che il sistema dovesse "rodare" era previsto dalla stessa Asst, ma ieri anche il sistema regionale di prenotazione ci ha messo del suo. Stando a quanto emerso infatti una fetta importante dei prenotati non ha ricevuto dalla Regione conferma dell'avvenuta adesione, e quindi ora e data della prenotazione. La falla è stata "tappata" e già da oggi, l'affluenza al PalaSpirà dovrebbe tornare ad essere regolare.

Un grande negozio rimasto vuoto, all’interno della galleria del centro commerciale Gran shopping di Antegnate, diventerà il centro vaccinale anti-Covid per la Bassa orientale. Lo ha annunciato l’Asst Bergamo Ovest, che in questi giorni ha già cominciato ad allestire l’(ex) negozio di abbigliamento, trasformandolo in ambulatorio. Intanto, questa mattina a Spirano sono cominciate le prime vaccinazioni per gli over-80 della Bassa.

Antegnate, sei linee attive dal primo marzo ad Antegnate

2 foto Sfoglia la gallery

Intanto, ad Antegnate si sta allestendo l'hub vaccinale della Bassa orientale. Saranno sei le linee attive, ognuna con un medico per l’anamnesi pre-iniezione, per vaccinare contemporaneamente sei persone. Il via vero e proprio dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, probabilmente attorno al primo di marzo. "Abbiamo trovato un accordo con il centro commerciale per uno spazio che ci è sembrato adatto allo scopo - ha spiegato il direttore generale dell’Asst Peter Assembergs - In quanto ex negozio, aveva infatti già predisposte un’entrata e un’uscita separate, è dotato di parcheggio e riscaldato. Nei prossimi giorni partiranno anche lì le vaccinazioni, con l’idea di arrivare a sei linee vaccinali attive il prima possibile".

Il più importante hub della Bassa resterà però quello di Treviglio. Saranno 24, a pieno regime, le linee attive negli spazi della Fiera di via Murena, e sarà da lì che passeranno probabilmente la maggior parte dei vaccinandi della nostra zona. Gli spazi in Fiera, dove sono già in corso le vaccinazioni per i medici e per il personale sanitario e dove resteranno anche gli spazi per i tamponi scuola e i tamponi drive-through, dovrebbero essere implementati ed entrare in funzione a partire probabilmente dal primo di marzo.

TORNA ALLA HOME