Treviglio

Anni sereni, ospiti e parenti potranno tornare a incontrarsi per Natale

Dal 9 dicembre alla casa albergo riprenderanno le visite dei famigliari che dovranno sottoporsi al tampone rapido.

Anni sereni, ospiti e parenti potranno tornare a incontrarsi per Natale
Cronaca Treviglio città, 02 Dicembre 2020 ore 17:07

“Finalmente ce l’abbiamo fatta!”. Poche parole che bastano a riassumere la gioia non solo degli ospiti della Rsa Anni Sereni, ma della stessa amministrazione della casa albergo che lo scorso 26 novembre aveva lanciato l’ennesimo appello affinché si permettesse di nuovo l’incontro tra i nonni che vivono nella residenza e i loro famigliari.

Sì agli incontri tra ospiti e parenti

Ad annunciare la buona notizia, infatti, è stato il presidente della Fondazione Anni Sereni Augusto Baruffi che la scorsa settimana aveva deciso di scrivere a Regione Lombardia e all’Ats Bergamo per sottoporre una proposta concreta che potesse far riavvicinare gli ospiti di Anni Sereni con i loro parenti.

“Stamattina abbiamo ricevuto dal Ministero della Salute le disposizioni da attuare per l’accesso in struttura dei visitatori, come da noi proposto, in massima sicurezza – annuncia Baruffi – Da mercoledì 9 dicembre alle 9.15 i parenti potranno accedere in casa di riposo in locali dedicati e sorvegliati”.

D’altra parte la Rsa già in estate aveva sperimentato con successo la riapertura alle visite seppur all’aperto e con divisori in plexiglass (come nella foto). Perché non riuscire a riproporre in versione invernale una soluzione che aveva dato ottimi risultati? Ed ecco arrivare, proprio oggi, la risposta positiva del Ministero.

Tampone rapido per i visitatori

Come aveva proposto nella missiva inviata il 26 novembre, la Fondazione ha proposto l’introduzione del tampone rapido a cui si dovranno sottoporre i parenti che intendono far visita a un loro caro. Il costo sarà interamente a carico della Fondazione.

“Per la sicurezza di tutti è obbligatorio il tampone rapido Covid-19 al parente, totalmente gratuito a carico della Fondazione con tutti i DPI necessari – conclude – Stiamo organizzando il tutto per consentire agli ospiti e ai parenti un po’ di normalità e serenità”.

Come una bella favola natalizia si conclude un percorso che in questi mesi aveva portato sofferenza e solitudine in molte case di riposo. Di certo, per i nonnini della Anni Sereni, il regalo più bello per Natale è già arrivato.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità