Menu
Cerca
E-commerce

Amazon, oggi è la giornata dello sciopero nazionale

I sindacati denunciano le condizioni di lavoro dei dipendenti e l'eccessivo turn over degli interinali.

Amazon, oggi è la giornata dello sciopero nazionale
Cronaca Bassa orientale, 22 Marzo 2021 ore 10:15

Oggi, 22 marzo 2021, è la giornata dello sciopero nazionale dell’intera filiera di Amazon, il colosso dell’e-commerce che, nella Bassa, dopo lo stabilimento di Casirate è pronta ad aprire un nuovo hub a Cividate. Un centro di distribuzione (non di smistamento quindi) che promette 900 posti di lavoro e che è stato accolto con favore dall’Amministrazione comunale cividatese, un po’ meno dai sindacati preoccupati per le condizioni di lavoro precarie e insoddisfacenti.

Amazon, oggi lo sciopero nazionale

“Bene creare posti di lavoro, soprattutto in questo periodo così difficile, ma certo speriamo non finisca come a Casirate”, così Paola Redondi di NIDIL-CGIL e Pierluigi Costelli di FILT-CGIL di Bergamo avevano commentato la notizia dell’apertura a Cividate al Piano di un nuovo centro Amazon denunciando l’utilizzo in larga misura dei contratti a somministrazione con un esagerato turn over di dipendenti.

“Oltre al ricorso smodato a contratti di somministrazione e nonostante utilizzi un marketing accattivante e tecnologia avanzata, l’azienda mette in atto nei confronti dei lavoratori gli stessi metodi di sfruttamento e le stesse pressioni che si registrano nella stragrande maggioranza dei siti di logistica – aveva aggiunto Costelli – Cambi di mansione repentini e punitivi per chi non riesce a reggere i ritmi richiesti, reprimende verso chi decide di iscriversi al sindacato, continuo impiego in mansioni faticose proprio di quei lavoratori che hanno subito malattie e infortuni per i quali i medici dispongono limitazioni, al fine di indurli a licenziarsi. A tutto questo si aggiunge un atteggiamento della dirigenza nazionale Amazon apertamente ostile nei confronti del sindacato, vista l’indisponibilità sui tavoli nazionali alla sottoscrizione di accordi che garantiscano uguali livelli di retribuzione e garanzie in tutta la filiera, ma soprattutto che permettano la possibilità di controllare da parte delle RSA e delle OS i carichi di lavoro delle persone. Per queste ragioni è stato convocato lo sciopero nazionale di tutta la filiera, dei dipendenti diretti e dei dipendenti delle aziende che lavorano in appalto”.

Sciopero, arrivato oggi ed esteso a tutto il territorio nazionale, e anticipato a Casirate da un volantinaggio organizzato giovedì scorso nel parcheggio dello stabilimento.

La denuncia dei sindacati

Sono potenzialmente 40mila i lavoratori interessati dallo sciopero nazionale di oggi: magazzinieri, operai del centro di smistamento, ma anche fattorini. E’ tutta la filiera che riguarda il colosso dell’e-commerce, ancora più forte dopo un 2020 necessariamente orientato verso lo shopping online, a essere interessata dallo stop voluto da FILT CGIL, FIT CISL e Uiltrasporti insieme a FeLSA CISL, NIdiL CGIL e Uiltemp per accendere i riflettori sulle condizioni di lavoro offerte ai dipendenti. A ciò si aggiunge l’appello di Federconsumatori che, per la giornata di oggi, ha chiesto ai soci di non acquistare nulla dalla piattaforma di Amazon. Ancora difficile stabilire se ci saranno effettivamente ritardi o blocchi nelle spedizioni e nelle consegne.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli